Discovery si porta a casa i Giochi. Con 1,3 miliardi le Olimpiadi su Eurosport fino al 2024. Adesso la Rai è costretta ad acquistare la sottolicenza

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

La guerra per l’assegnazione dei diritti sportivi si fa sempre più serrata. I contendenti aumentano a vista d’occhio. I prezzi – visti i numerosi competitor – lievitano e per aggiudicarsi le aste servono i soldoni. L’ultimo accordo in ordine di tempo – non certo come valore – è stato siglato da Discovery che si è aggiudicato i diritti di tutti i Giochi Olimpici che si terranno dal 2018 al 2024. In pratica quelli del ‘24, Olimpiadi in cui c’è anche Roma in corsa, non sono stati ancora assegnati come location, mentre sono già stati venduti. A Discovery, appunto. Che li ha acquistati sborsando 1,3 miliardi di euro. Ora detiene l’esclusiva su tutte le piattaforme, inclusa la televisione free-to-air, la Pay-tv, Internet e la telefonia mobile in tutte le lingue dei 50 Paesi e territori del continente europeo. Discovery si è impegnata a trasmettere almeno 200 ore dei Giochi olimpici e 100 ore di quelli invernali sulla televisione free-to-air durante il periodo delle gare. Discovery, ovviamente, concederà in sottolicenza una parte dei diritti in molti mercati europei. Quindi la Rai può come di consueto aprire una finestra. L’accordo firmato dal Comitato olimpico (il Cio) e Discovery copre i Giochi invernali di PyeongChang del 2018 e quelle estive di Tokyo 2020, oltre alle edizioni del 2022 e 2024 (queste ultime due, invernali ed estive devono ancora essere assegnate). L’accordo garantisce un’ampia copertura dei Giochi olimpici in tutta Europa. I canali di Discovery che trasmetteranno le gare sono quelli di Eurosport. La Rai dal 5 al 21 agosto 2016 trasmetterà in chiaro le Olimpiadi di Rio 2016. Le ha acquistate a peso d’oro da Sky che ha fatto un grande sforzo per trasmettere Londra 2012 e le invernali di Sochi 2014. Per le prossime edizioni bisognerà fare i conti con Discovery.
IL CALCIO
Anche la stagione calcistica che sta per partire ha visto grandi sfide tra i colossi televisivi. La Champions League si vedrà su Mediaset Premium fino al 2018 (quest’anno le gare della Juve saranno pay fino a febbraio). La serie A per intero su Sky (Premium gli ha soffiato le telecamere negli spogliatoi e l’intervista a bordo campo all’intervallo ma avrà le gare solo di 8 squadre, tra cui le milanesi, le romane, Juve e Napoli). Le qualificazioni agli Europei delle nazionali sono un’esclusiva Sky. Così come la Serie B, la Premier League, Bundesliga, Fa Cup ed Europa League. Alla Rai restano le partite della Nazionale e la Coppa Italia.
TENNIS E MOTORI
Dopo Eurosport che ha trasmesso il torneo del Roland Garros, tocca a Sky mandare in onda Wimbledon. L’emittente di Murdoch detiene i diritti anche di Formula 1 (ma un numero limitato di gran premi può darli anche la Rai in diretta) e Motomondiale.