Fazio riporta in tv il Rischiatutto. Il format del quiz di Mike Bongiorno rivive su Rai3. Pechino Express cerca concorrenti. Il no di Magalli. Bargiggia-Parenzo, tweet al veleno

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Finalmente! Torna in Tv il Rischiatutto, il quiz che Mike Bongiorno portò al successo. E che consacrò personaggi come la signora Longari, Inardi e Latini, tre concorrenti che sbancarono il montepremi con le loro risposte esatte. Il quiz che lanciò Sabina Ciuffini, come la valletta più famosa della Tv. Un successo epocale di telespettatori, andato in onda per cinque edizioni (dal 1970 al 1974) sul secondo canale della Rai. Oltre a Mike e Sabina in squadra c’erano Paolo Limiti (autore), Ludovico Peregrini (il famoso signor No) e il regista Piero Turchetti, a cui Mike dava il là con lo storico “Fiato alle trombe”. A riportarlo in Rai è Fabio Fazio. Il quiz è stato annesso ai palinsesti autunnali, ma su Raitre. Che con tutto il rispetto non sembra la rete più adatta alla trasmissione. Sicuramente Raiuno, o a limite anche Raidue, sarebbero state più indicate per ospitare il quiz in prima serata al giovedì.  Il programma (dal titolo RiSkytutto), con la conduzione di Mike, avrebbe dovuto andare in onda su Sky Uno nell’autunno 2009, ma a causa dell’improvvisa scomparsa del conduttore, avvenuta l’8 settembre 2009, fu annullato. Ora ci riprova Fazio. Che sembra proprio il più indicato per fare bella figura.

 

LE SERIE TV ON DEMAND

Fox si sta confermando la casa delle prime. Ormai gli appassionati che si divertono a vedere le serie tv hanno i loro canali di riferimento. Ma il vero punto di forza è l’on demand. Sono in molti gli spettatori che – al grido: la Tv è mia e la vedo quando mi pare – si “sparano” un’overdose di puntate a raffica per poi andare a dormire in formato zombie. In questa settimana si è conclusa la seconda stagione di The Killing, la serie poliziesca danese degli intrighi. Omicidi e serial killer che stravolgono la vita dei politici, dei militari e dei servizi segreti. Con l’ottima detective Sarah Lunde (l’attrice è Sofie Gråbøl). Mentre cresce di consensi Wayward Pines con protagonista Ethan Burke (interpretato da Matt Dillon), un agente dei servizi segreti che si ritrova in una cittadina dove nessuno può fuggire o interagire con il mondo esterno.

 

MAGALLI E BUFALE

Giancarlo Magalli non parteciperà a Pechino Express. Il suo nome era circolato sul web tra i papabili nel cast del reality targato Raidue ma per vedere le bufale non occorre arrivare fino in Cina.

 

IL RING DI BARGIGGIA

I tweet di Paolo Bargiggia, giornalista di Mediaset, scatenano reazioni a non finire. Negli ultimi giorni ha twittato contro la Moretti, candidata pd in Veneto (“batosta meritata per una vanitosa e vuota di contenuti”). Contro il programma di La7 sui gay (“Italia spogliata, senza soldi e lavoro e su La 7 fanno talk sui gay… Ma chissenefrega no?”). Inoltre si è reso protagonista di un battibecco a distanza con l’inviato di Matrix, David Parenzo (“per David è meglio la cultura rom e le porcate che fanno della cultura fascista che fece anche buone cose per la gente”). Neanche Parenzo era stato tenero: “il tuo elogio del fascismo non mi stupisce ma mi fa vergognare per te”.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Lega & soci altamente inquinanti

Mentre in Germania per la prima volta i Verdi superano nei sondaggi i conservatori della Merkel, in Italia una destra rimasta all’uomo di Neanderthal fa disperatamente opposizione per non inserire la difesa dell’ambiente nella Costituzione. La proposta sostenuta fortemente dai 5 Stelle è stata sotterrata

Continua »
TV E MEDIA