Fiorello ironizza su mafia e Pd a Viva Rai 2: dai fatturati illegali alla friendzone di Letta

Mafia e Pd nel mirino di Viva Rai 2: i fatturati della criminalità organizzata e l’addio di Letta ai dem incendiano la satira di Fiorello.

Tra intermezzi musicali e rassegna stampa, nel mirino della satira di Fiorello sono finiti, ancora una volta, la mafia e il Pd.

Fiorello ironizza su mafia e Pd a Viva Rai 2: dai fatturati illegali alla friendzone di Letta

Mafia e Pd nel mirino di Fiorello a Viva Rai 2

“A una settimana di distanza, continua a tenere banco su tutti i giornali l’arresto di Matteo Messina Denaro”, ha infatti esordito lo showman a Viva Rai 2. “Ad essere stata trovata, pensate, l’auto del boss mafioso che ovviamente era intestata alla madre di… e vabbé…”, ha aggiunto. Leggendo un titolo che riportava la notizia del ritrovamento della vettura vicino casa dell’autista del boss mafioso, il conduttore ha ironizzato: “E giustamente dove poteva stare? Vicino casa. C’era anche il cartello ‘Riservato M. M. D.’”.

A questo punto, Fiorello ha afferrato un voluminoso mazzo di chiavi tenuto insieme da un portachiavi con un vistoso pompon e ha esclamato: “Tra l’altro io volevo ringraziare gli amici dell’antimafia che ci hanno dato queste: le chiavi dei covi di Matteo Messina Denaro”.

“Sempre riguardo questo fantastico mondo dell’illegalità, ecco un’altra notizia. È bellissima. Cioè… incredibile…”, ha detto inquadrando il titolo dell’ANSA “La mafia fattura 40 miliardi l’anno, ma valore sottostimato”. “Questo vuol dire che la mafia fa il nero sul nero. Si fanno il nero da soli!”, ha commentato.

Tornando sulla scoperta dei vari covi dell’ex superlatitante e riprendendo la gag sul grosso mazzo di chiavi, Fiorello ha poi lanciato un ironico spot pubblicitario dell’agenzia immobiliare Vendo Covi, presentato da Maurizio Costanzo. “Non vendiamo sogni ma solide latitanze”, lo slogan dello spot.

“Friendzone” del Partito Democratico per Enrico Letta: la vignetta

Esaurita la parentesi sull’illegalità, lo showman si è focalizzato ancora una volta sul Partito Democratico. Preannunciando l’ormai imminente inizio della nuova edizione del Festival di Sanremo, ha letto ai telespettatori il titolo Fantasanremo 2023, già un milione di iscritti. Il regolamento: ecco come funziona. Terminata la lettura del titolo, Fiorello ha rivolto lo sguardo in camera rivolgendosi direttamente ai dem. “Amici del Pd”, ha esordito. “Ma fate il Fantapd, cioè potrebbe funzionare”, ha sottolineato.

Subito dopo, ha aggiunto: “Tra l’altro ieri c’è stata la conferenza d’addio di Letta”. Per poi passare il testimone al vignettista Valentino Spadoni che ha mostrato una sorridente caricatura di Enrico Letta con le mani incrociate al petto e il viso circondato da cuori. Nella vignetta, il segretario dem uscente dichiara: “Sono innamorato del Pd più di prima”. Sul fondo del foglio, però, si legge: “Ma il Pd lo vede più come un amico”.

Dal glass, allora, Fiorello e Fabrizio Biggio hanno esclamato in coro: “È stato friendzonato”.

Pubblicato il - Aggiornato il alle 10:01
Seguici su Facebook, Instagram e Telegram