Fuoco a 5 Stelle sul Tg1

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Dalla Redazione

Nuovo attacco di Grillo ai giornalisti. Questa volta a finire nella morsa a 5 Stelle è il Tg1, il suo direttore e alcuni giornalisti. Un post di Rocco Casalino, responsabile della comunicazione del M5S al Senato, è andato giù duro già dal titolo “I servizietti del Tg1″. “Siamo stanchi di assistere all’ennesimo servizio fazioso del Tg1. Ieri sera a fare disinformazione è stata la giornalista Claudia Mazzola. Nel suo servizio dedica 15 secondi al videomessaggio di Beppe Grillo, riportando solo le parole rivolte a Renzi e oscurando completamente la parte importante del videomessaggio, quella in cui Grillo parla della crisi economica e dello stato drammatico del nostro Paese, temi evidentemente scomodi per la propaganda del governo e che è meglio tenere nascosti agli italiani”. Ma il post prosegue ancora: “Il resto del servizio, invece, ruota tutto su una meschina bugia costruita ad arte per infangare il Movimento 5 Stelle sostenendo che Di Battista sia a favore dei terroristi. E per rafforzare la menzogna, si dà largo spazio alle dichiarazioni altrettanto false e bugiarde dei vari politici di turno. La vera vergogna è una tv pubblica che non è più in grado di raccontare la realtà, ma che sa solo deformarla e fare disinformazione”. Dura replica al post da parte dell’Usigrai, del Tg1 e delle altre formazioni politiche che hanno preso le difese del Tg1. “Ancora una volta il Movimento Cinque Stelle ha fatto quello che nessuna forza politica dovrebbe mai fare”, scrivono in una nota congiunta Cdr del Tg1 e Usigrai, “Mettere all’indice, nel blog di Beppe Grillo, con nome, cognome e addirittura immagine, una collega che ha fatto onestamente il suo mestiere di cronista. E’ una pratica che il Cdr del Tg1 e il segretario dell’Usigrai condannano e respingono categoricamente”. L’ultimo attacco giunge a pochi giorni di distanza dell’oscar di giornalista dell’anno e quella di sciacallo dell’anno.