Furbata Carlo Conti. Ecco il Festival di Sanremo tra vecchie glorie come Al Bano e giovani stelle dei talent

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Un Festival di Sanremo 2017 tra stelle nascenti, molti provenienti dai talent show, e vecchie glorie, reduci da mille esperienze canore. Carlo Conti, durante una trasmissione su Rai 1, ha svelato l’elenco dei partecipanti in linea con le attese: un mix di novità e tradizione per cercare di attirare tutti i tipi di pubblico e bissare il successo della precedente edizione.

Il grande veterano sarà Al Bano, che di recente ha subito un’operazione al cuore per un principio di infarto, ma salvo sorprese si esibirà sul palco dell’Ariston. Ma con lui ci saranno tante altre vecchie conoscenze del Festival d Sanremo: Fiorella Mannoia, Ron, Marco Masini, Fabrizio Moro, senza dimenticare Gigi D’Alessio. Carlo Conti ha voluto dare molto spazio anche ai giovani: dal rapper Clementino ai volti noti dei talent, da X Factor ad Amici passando per The Voice. Tra i partecipanti ci sono Michele Bravi, vincitore di X Factor nel 2013, Alice Paba (con Neslie) trionfatrice dell’ultima edizione di The Voice,  Sergio Sylvestre, vincitore di Amici.

Ecco l’elenco dei partecipanti al Festival di Sanremo 2017

Al Bano con Di rose e di me;
Elodie con Tutta colpa mia;
Paola Turci con Fatti bella per te;
Samuel con Vedrai;
Fiorella Mannoia con Che sia benedetta;
Nesli e Alice Paba (Do retta a te);
Michele Bravi (Il diario degli errori);
Fabrizio Moro (Portami via con te);
Giusy Ferreri (Fatalmente male);
Gigi D’Alessio (La prima stella);
Raige e Giulia Luzi (Togliamoci la voglia);
Ron (L’ottava meraviglia);
Ermal Meta (Vietato morire);
Michele Zarrillo (Mani nelle mani);
Lodovica Comello (Il cielo non mi basta);
Sergio Sylvestre (Con te);
Clementino (Ragazzi fuori);
Alessio Bernabei (Nel mezzo di un applauso);
Chiara (Nessun posto è casa mia);
Francesco Gabbani (Occidentali’s Karma);
Bianca Atzei (Ora esisti solo tu);
Marco Masini (Spostato di un secondo).

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

I finti miracoli di Gualtieri

Facciamolo santo subito. E visti gli ultimi miracoli, mettiamolo tra i beati che contano, minimo minimo alla destra del Padre. A Roberto Gualtieri, d’altra parte, i prodigi vengono così, naturali. Prendiamo la sporcizia di Roma. Aveva promesso una pulizia straordinaria a dicembre, e puntualmente il

Continua »
TV E MEDIA