Gigi Bici ultime notizie: svolta nelle indagini, lettera, bambino, movente

Gigi Bici
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Gigi Bici, all’anagrafe Luigi Criscuolo, è morto all’età di 60 anni, assassinato con un colpo di pistola alla tempia. Prima di morire aveva un negozio di riparazioni di biciclette a Pavia. L’uomo aveva due figlie, Katia e Stefania. Barbara Pasetti, in carcere dal 20 gennaio con l’accusa di tentata estorsione, è indagata anche per omicidio e occultamento di cadavere.

Gigi Bici ultime notizie: svolta nelle indagini

Nelle ultime ore è stata trovata una traccia di sangue nell’auto di Gigi Bici, contenente un Dna misto, quindi appartenente a due diverse persone.  Sono attese le analisi per capire di più. Intanto, in carcere ci sarebbe Barbara Passetti che è l’unica indagata al momento.

Inoltre, lunedì prossimo, 21 marzo, nei laboratori della polizia scientifica a Roma, ci sarà l’esame sull’ogiva del frammento di proiettile trovato il 20 gennaio scorso dalla squadra mobile di Pavia nella villa di Barbara Pasetti a Calignano.

Gigi Bici: lettera

Dopo la morte di Gigi, è arrivata alla figlia Katia una lettera anonima. Scritta con il computer e in un italiano sgrammaticato viene raccontato che all’uomo sarebbe stato consegnato il bottino di 300mila euro tra gioielli e contanti di una rapina messa a segno alcuni anni fa in Oltrepò. Il compito di Gigi Bici, che non avrebbe partecipato alla rapina, doveva essere quello di piazzare i soldi e i gioielli, ma l’uomo non lo avrebbe fatto. Quindi la banda l’8 novembre gli avrebbe chiesto di restituire l’intero bottino. Luogo dell’incontro: Calignano, frazione di Cura Carpignano. Ma all’appuntamento Gigi Bici non sarebbe arrivato con i 300mila euro, quindi sarebbe stato picchiato e sequestrato portandolo via a bordo di un furgone. Durante il sequestro i rapitori avrebbero contattato la famiglia che non avrebbe creduto alle richieste pervenute.

Gigi Bici: bambino

A scoprire il cadavere di Gigi è stato un bambino di 8 anni che giocando con il pallone ha trovato sotto i rami secchi il corpo di Criscuolo che era scomparso da 43 giorni. “Mio figlio l’ha visto ed è corso a chiedermi aiuto perché c’era uno zombie – aveva dichiarato la mamma del piccolo ancora sconvolta –. Quando sono arrivata io mi sono purtroppo accorta che non era più una persona, il viso era completamente tumefatto”.

Il movente

L’ipotesi più accreditata è che Gigi Bici possa essere stato ucciso nella sua auto, mezzo che è stato visto per l’ultima volta “guidato” da una misteriosa donna che indossava dei guanti, così come catturato dalle telecamere di sorveglianza.

Barbara Pasetti è stata accusata di aver chiesto alla famiglia di Gigi Bici un riscatto di ben 390mila euro per liberare l’uomo, anche se questo era già stato ucciso. La fisioterapista è indagata anche per omicidio e occultamento di cadavere, ma continua a proclamarsi innocente.