Girare per strada e lasciarci la pelle

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Dalla Redazione

Morire per caso a Napoli e provincia. E’ successo al quattoricenne ammazzato a inizio luglio da un pezzo della Galleria Umberto I che gli è caduto addosso ed è successo ad un signore di 75 anni, finito in mezzo a una sparatoria e rimasto sull’asfalto di via Scalea a Portici. Non si conosce ancora la dinamica esatta che ha portato alla morte di Mariano Bottari. I testimoni hanno raccontato che il colpo sarebbe stato sparato da uno scooter con due persone a bordo che ne inseguiva un altro con una sola persona. Ma il proiettile del killer ha centrato in pieno volto Bottari, ammazzandolo sul colpo.

Per avere maggiore chiarezza sulla vicenda i carabinieri esamineranno le immagini dei circuiti di videosorveglianza, presenti nell’area. Possibile che si sia trattato di un regolamento dei conti tra bande rivali, magari di un’altra zona. Via Scalea è, infatti, al confine con il quartiere San Giovanni Teduccio. Mentre le forze dell’ordine tentano di far luce sulla vicenda è arrivata la condanna del sindaco di Portici, Marrone. “Esprimo la ferma condanna per il grave episodio verificatosi questa mattina nella nostra città, sicuro di interpretare il sentimento dell’intero consiglio comunale” ha detto “Siamo di fronte ad un fatto di inaudita violenza – ha aggiunto – auspico che le indagini in corso consentiranno alle forze dell’ordine di individuare al più presto i responsabili”.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Quell’asse Draghi-Renzi sui Servizi

A volte guarda che strane le coincidenze! Il direttore del Dis (il coordinamento dei Servizi segreti) Gennaro Vecchione informa il Copasir, cioè il Parlamento, che lo 007 Marco Mancini ha incontrato Matteo Renzi nell’autogrill di Fiano Romano senza informare i superiori, e 48 ore dopo

Continua »
TV E MEDIA