Gli operai Ast alzano il tiro

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

dalla Redazione

Autosole bloccata in entrambe le direzioni dagli operai dell’Ast. Il blocco, adoperato da un centinaio di lavoratori, è all’altezza del casello di Orte dove gli operai Ast hanno invaso la carreggiata. Prosegue quindi lo sciopero da ormai tre settimane e la protesta si fa sempre più dura. Una protesta a causa della vertenza legata al piano industriale dell’azienda che prevede 290 esuberi (141 quelli già usciti dall’azienda con la mobilità volontaria). E l’occupazione di oggi è da intendersi nell’esecuzione del grido uscito dall’assemblea dei lavoratori: “alziamo il tiro”. E così è stato.

“I lavoratori Ast sono esasperati dall’assenza di certezze, e ora più che mai è necessario un atteggiamento responsabile delle parti per trovare una soluzione rapida, condivisa e definitiva che guardi al futuro”, ha affermato il segretario generale dell’Ugl metalmeccanici, Maria Antonietta Vicaro, e il segretario nazionale con delega alla siderurgia, Daniele Francescangeli. Con i lavoratori che all’unanimità fanno sapere di sentirsi abbandonati.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Quell’asse Draghi-Renzi sui Servizi

A volte guarda che strane le coincidenze! Il direttore del Dis (il coordinamento dei Servizi segreti) Gennaro Vecchione informa il Copasir, cioè il Parlamento, che lo 007 Marco Mancini ha incontrato Matteo Renzi nell’autogrill di Fiano Romano senza informare i superiori, e 48 ore dopo

Continua »
TV E MEDIA