Il Grande Fratello spiazza tutti. Il programma della Marcuzzi spostato al giovedì. La Gruber non decolla neanche con Renzi in studio

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Forse il più contento sarà proprio Michele Santoro. Quest’anno che è fermo ai box, vede il pubblico che ama i talk dividersi tra Piazzapulita e Virus. Corrado Formigli e Nicola Porro invece saranno svenuti. Ritrovarsi il Grande fratello come competitor non è certo il massimo della felicità. È vero che il target del pubblico è diverso, tuttavia si tratta sempre di un grande catalizzatore di ascolti. Il Gf di Alessia Marcuzzi dunque da qui a Natale non andrà più in onda al lunedì ma si sposta al giovedì. Partenza 24 settembre.

CHAMPIONS CREPE
Mediaset Premium si gode la sua esclusiva più esclusiva, la Champions League. Però qualche crepa nel meccanismo in rodaggio c’è. Non è stata digerita bene dai possessori della tessera prepagata Mediaset il fatto che non si possa comprare la singola partita, come invece accade per il campionato. Forse si poteva concedere l’opzione, magari alzando di un bel po’ i prezzi della gara. Sembra giusto dare una chance a chi ha versato soldi in anticipo al cassiere di Cologno. Un’altra crepa riguarda le conferenze stampa degli allenatori del giorno prima. Quella di Garcia di ieri è stata troncata sul più bello. Un epilogo stile le vecchie trasmissioni di Gbr e Teletuscolo negli anni ‘80.

OTTO E MEZZO PD
Lilli Gruber, nonostante la presenza di Matteo Renzi, non è riuscita a toccare il 6% (1.523.000 spettatori pari al 5,86% di share). E dopo il leader del Pd ieri sera ha ospitato il suo vice Deborah Serracchiani. Ora chi tocca? Il tesoriere del partito già scalpita.

MEZZI FLOP
Dopo un avvio disastroso Cronache Animali con Massimiliano Ossini sta cercando di risalire la china. Serata tutta da dimenticare per il Processo del Lunedi (il 3,19% con 518.000 spettatori) e per Tiki Taka (291.000 ascoltatori con il 5,86% di share). I programmi sportivi della domenica invece sono andati bene. Compreso il nuovo Novantesimo minuto che vede Paola Ferrari e Marco Mazzocchi in conduzione. Due prime donne che danno l’impressione di pestarsi continuamente i piedi. Da segnalare l’ottima domenica del dopo posticipo di Sky, quella del club di Caressa e dei suoi amici opinionisti come Boban, Vialli, Mauro e Bergomi. Bella la parte finale del “senza giacca”, quella più divertente.

GILETTI
in trincea
Domenica prossima Giletti aprirà l’Arena con un reportage dal Kurdistan iracheno, realizzato da lui stesso che è stato in trincea. «Ci saranno scoop sull’Isis che faranno discutere e che potremo svelare solo il giorno prima», ha annunciato il direttore di Rai1, Giancarlo Leone.

LA SFIDA DEI COMICI
Alessandro Siani e Claudio Bisio. Entrambi hanno partecipato al divertente film Benvenuti al Sud. Ora si ritroveranno a realizzare un talent per comici. Primo a partire Siani su La7 (a ottobre) con Il Boss dei comici. Il programma di Bisio ha un titolo provvisorio (Comedy Challenge).