Gubitosi vara il piano tg Rai

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Di Marco Castoro

Accorpamenti di tiggì. Giornalisti che si spostano da una redazione a un’altra. Dossier segreti che circolano su alcuni direttori definiti “potenti”. A Saxa Rubra c’è di tutto e di più. Voci che si alimentano. Terrorismo allo stato puro. Chi si preoccupa, chi prevede scenari da the day after dell’informazione Rai. Ma la notizia più attendibile, tra tutte quelle che circolano ai piani alti di Viale Mazzini, riguarda il diggì. Secondo qualche bene informato Luigi Gubitosi starebbe alle prese con la stesura di una nuova riorganizzazione dell’informazione Rai. Il piano verrebbe ultimato a fine luglio e presentato a settembre al consiglio di amministrazione. Non ci sarebbero accorpamenti di tiggì (le ultime voci hanno riguardato il Tg2 e il Tg3, con una delle due testate da accorpare a Rainews). Al vaglio semmai ci sarebbe la nascita di una agenzia di servizi che rifornisca i telegiornali di pezzi e filmati. Con il nucleo redazionale composto da giornalisti in uscita dai tre tiggì, mediante opzioni e non trasferimenti coatti, quindi per scelta volontaria dei diretti interessati. In fondo chi preferisce il lavoro redazionale e di desk potrebbe optare per l’agenzia. Un’altra ipotesi al vaglio riguarda le riduzioni delle edizioni dei tre tiggì, ai quali potrebbe essere assegnata una mission. Ad esempio il Tg1 potrebbe restare la testata di riferimento per le news politiche, di palazzo e istituzionali. Il Tg2 si potrebbe identificare per la cronaca, il costume e la società, i giovani. Il Tg3 per i fatti che riguardano il sociale. Tanto per rendere l’idea. Ovvio che ciascuna testata continuerebbe a divulgare i fatti del giorno, sempre però con un’occhiata particolare alla mission di riferimento.

Ferrari bellicapelli
I capelli più belli del piccolo schermo? Quelli della giornalista sportiva Paola Ferrari, la conduttrice de La Domenica Sportiva e vincitrice incontrastata nella classifica del “capello più fascinoso”. Il 20% di un campione di oltre 300 hair stylist italiani l’ha votata al primo posto. Medaglia d’argento, con il 17% delle preferenze, per Federica Panicucci. Segue sul terzo gradino del podio Caterina Balivo (13%). Al quarto posto Silvia Toffanin con il 12% delle preferenze. Guadagna la quinta posizione (10%) Vanessa Incontrada. Con il 9% dei voti si colloca al sesto posto Ilary Blasi, davanti per Michelle Hunziker (8%).

Il Bisio conteso
Claudio Bisio non farà Zelig. Semmai potrebbe condurre una puntata dell’edizione numero 18 del programma che quest’anno avrà conduttori itineranti e top secret. Gli unici sicuri Michelle Hunziker e Rocco Papaleo. Bisio è stato contattato dagli organizzatori di Italia’s Got Talent che da quest’anno andrà in onda su Sky. In piedi per Bisio c’è sempre uno speciale su Raiuno. L’attore è molto stimato dal direttore di Raiuno, Giancarlo Leone.