Guerra in Ucraina, i negoziati riprenderanno domani. Ma intanto l’offensiva russa non si ferma. Colpita la torre delle Tv di Kiev. Tra gli obiettivi ci sarebbe anche la cattedrale di Santa Sofia

Guerra in Ucraina Torre Tv Kiev
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Mentre si attende la ripresa dei negoziati (leggi l’articolo), la guerra in Ucraina continua con nuovi attacchi da parte delle forze russe (leggi l’articolo). Secondo quanto hanno riferito fonti del ministero dell’Interno ucraino, i russi hanno attaccato la torre delle televisioni di Kiev oscurando diversi canali. Poche ore fa, la Russia aveva avvertito i residenti della Capitale ucraina di evacuare le case intorno alle infrastrutture militari e di intelligence.

“Le truppe russe hanno colpito con una granata la torre della televisione di Kiev” ha confermato il consigliere del ministro dell’Interno ucraino, Anton Gerashchenko, sul proprio canale Telegram. “I nazisti di Putin hanno appena colpito la torre della Tv di Kiev”, ha scritto Gerashchenko. Anche diversi video diffusi sui social confermano l’attacco.

In mattinata l’agenzia russa Tass, aveva riferito che l’esercito russo “ha invitato tutti i cittadini della regione di Kiev che abitano vicino a ripetitori di telecomunicazioni a lasciare le loro case”.

Guerra in Ucraina, i Russi secondo l’ambasciata di Kiev presso la Santa Sede sono pronti ad attaccare anche la cattedrale di Santa Sofia.

“Secondo i dati di intelligence, i russi stanno preparando un attacco aereo sulla Cattedrale di Santa Sofia a Kyiv, patrimonio dell’umanità dell’Unesco” ha scritto su Twitter l’ambasciata Ucraina presso la Santa Sede. “La Cattedrale del XI secolo, è un gioiello dell’Ucraina. Ci appelliamo ai russi, non commettete questo crimine”.