I migranti positivi al Covid sbarcati ad Amantea e Pozzallo saranno trasferiti a Roma all’ospedale militare del Celio

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Saranno trasferiti a Roma, all’ospedale militare del Celio, i migranti sbarcati nei giorni scorsi ed ospitati, finora, ad Amantea, in provincia Cosenza, e a Pozzallo, in Sicilia. I migranti, sbarcati lo scorso fine settimana a Roccella Ionica, e risultati poi positivi al Coronavirus, sono 13, tutti bengalesi. Quelli non contagiati, una sessantina, resteranno in Calabria. E verranno trasferiti al Celio anche gli 11 pakistani positivi, arrivati a ieri Pozzallo. Il Viminale, dopo le proteste dei giorni scorsi, ha fatto sapere di aver “rafforzato i dispositivi di sorveglianza per quel che riguarda anche le strutture di accoglienza locali, prevedendo, ove necessario, il trasferimento dei migranti sottoposti a quarantena in ospedali militari in collaborazione con il ministero della Difesa”. Una ulteriore soluzione, come aveva auspicato anche il governatore siciliano Nello Musumeci, sarà quella dell’impiego di navi adibite per la quarantena, per il noleggio delle quali il ministero dell’Interno ha già pubblicato un bando di gara urgente.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Garantisti con tutti tranne che con Grillo

Se pensate che la bava alla bocca dei peggio giustizialisti sia vergognosa date prima un’occhiata al veleno dei meglio garantisti, di destra e di sinistra, difensori a oltranza della nipote di Mubarak e sostenitori di partiti dove più delinquenti arrestano più ne arrivano, e non

Continua »
TV E MEDIA