Il buongiorno di Cairo si vede dal mattino

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

di Marco Castoro

Il patron Urbano Cairo ha sbandierato ai quattro venti un risultato storico: la crescita record nell’anno 2013 degli ascolti della fascia del mattino di La7: +42% dalle 9 alle 12. E pensare che certi risultati vengono ottenuti con il massimo della spending review. Trasmissioni come Omnibus e Coffee Break sono orchestrate dal tiggì di Mentana e riescono a fare ascolti grazie alla bravura dei conduttori Andrea Pancani, Alessandra Sardoni e Tiziana Panella. Coffee Break si avvale di due curatori, Omnibus addirittura di uno solo (Andrea Pennacchioli) che è lo stesso di Night Desk. Tanto per fare un paragone L’aria che tira può avvalersi di 5 autori esterni, più Marco Ferrante, 6 redattori e i videomaker. Ma il programma di Myrta Merlino non è gestito dal tiggì.

Le spine di Gubitosi
Non c’è solo Grillo e l’eco di Sanremo a turbare i sonni del dg Rai Luigi Gubitosi. C’è la radio che preoccupa. C’è l’accorpamento delle testate di Televideo e Rainews. Per quanto riguarda Radio1 e giornale radio il direttore Antonio Preziosi si è difeso a spada tratta dal processo che il dg e i consiglieri del cda gli hanno fatto. Preziosi ha ribattuto contestando i dati. E chissà, forse non ha poi tutti i torti: alzi una mano chi possiede la certezza che i rilevamenti sugli ascolti della radio siano indiscutibili? Ma veniamo all’altra tegola. La fusione tra Televideo e Rainews non si può fare. Le testate appartengono a sfere diverse e quindi non possono alloggiare sotto lo stesso tetto. Questo scivolone dell’ufficio legale di Viale Mazzini costringerà Gubitosi a rivedere tutti i piani.

Fazio conta le pecore
Lo spot di Sanremo sulle pecore che entrano, belano e mangiano dentro il teatro Ariston ha scatenato non poche polemiche. A Fazio piace stupire ma quando si esagera si crea l’effetto boomerang. Il messaggio di Albano è senza peli sulla lingua: “Se fossi stato in gara mi sarei arrabbiato molto. E anche se fossi stato il sindaco di Sanremo. Su quel palco salgono artisti a cantare canzoni, non pecore. Ma evidentemente Fazio non la pensa così”.

Del debbio avvelenato

Paolo Del Debbio potrebbe cantare l’Avvelenata di Francesco Guccini. Il suo programma Quinta colonna ha subito fatto capire da che parte sta. Il conduttore ha mostrato le immagini del Renzi giovanotto da Mike Bongiorno. “Sapete, Renzi ha fatto la Ruota della fortuna. A noi girano le palle”.

Al massacro
Il Tredicesimo Apostolo 2 non sta ottenendo gli stessi ascolti della prima edizione. Più di un milione di telespettatori si sono persi tra i meandri del telecomando. L’errore è stato fatto in sede di palinsesto. Programmarlo in uno scontro fratricida contro la fiction di Raiuno è risultato fatale.

Il pomeriggio è di Lady Barbara
Barbara D’Urso continua ad asfaltare Paola Perego nella sfida degli ascolti. Il Pomeriggio di Canale 5 vola intorno al 20% (l’altro giorno ha fatto il 22%) mentre la Vita in diretta è sotto in media di 4-5 punti.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Ci mancava il regalo ai mafiosi

Partito come un venticello, il soffio della restaurazione sta diventando un tornado. Draghi a Palazzo Chigi ne è di per sé il sigillo di garanzia, ma siccome il suo è definito da stampa e poteri forti il “Governo dei migliori”, c’è chi ha deciso di

Continua »
TV E MEDIA