Il naufragio dei mercati. Piazza Affari sfiora il -5%, molti titoli sospesi. A picco pure Wall Street

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

La settimana comincia decisamente male sui mercati azionari. Piazza Affari parte malissimo con il Ftse Mib che ha fatto segnare quasi un -5%. Fioccano i titoli sospesi per eccesso di ribasso. Lo stop è arrivato per quelli delle banche popolari, Finmeccanica, Poste, Saipem e Unipolsai. Sale vertiginosamente anche lo spread. Il differenziale tra Btp e Bund tocca quota 142. Si tratta dei massimi a partire dallo scorso mese di luglio.

Deciso crollo anche per Wall Street con il Dow Jones che perde il 2,09% a 15.867,65 punti, il Nasdaq cede il 2,31% a 4.261,77 punti mentre lo S&P 500 lascia sul terreno il 2,05% a 1.841,05 punti. Soffre anche il prezzo del Petrolio. E si torna a parlare di Grexit. A chiudere un quadro decisamente disastroso il differenziale tra i titoli spagnoli e tedeschi tocca i 150 punti base e sale la tensione sui Bond del Portogallo con lo spread che ha superato la soglia dei 300 punti base (a 310) per la prima volta da marzo 2014.