Il pallone sogna sulla Via Emilia

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

di Marco Castoro

Con la crisi economica la classe operaia non va in Paradiso. A meno che non si parli di calcio. Le province di Modena e Reggio Emilia stanno vivendo un momento magico, grazie a due squadre, Sassuolo e Carpi. Il primo club è stato l’unico a fermare la marcia trionfale della Juve in campionato. Il secondo è addirittura primo nel torneo di Serie B e sta tentando una scalata storica: la promozione in Serie A.

DA GUARESCHI A GUCCINI
Quel fazzoletto della via Emilia è entrato nei cuori di tutti gli italiani grazie ai racconti di Giovannino Guareschi e alle canzoni di Francesco Guccini. Chi non ricorda le beghe e i dispetti tra Don Camillo e Peppone in quel di Brescello, piccolo comune in provincia di Reggio, abitato da poco più di 5 mila anime? Con un museo storico che mette in mostra tutta l’epopea dei due personaggi letterari, portati sul grande schermo da attori immortali come Fernandel e Gino Cervi. Se vogliamo invece scomodare i testi di Guccini, basti pensare al brano Bologna, “quella vecchia signora dai fianchi un po’ molli, arrogante e papale con il culo sui colli”. Lui Guccini, “modenese volgare”, che però si prende una bella rivincita sulla “volgare matrona”, finita in Serie B. Mentre Sassuolo (comune di 40 mila abitanti) e Carpi (meno di 70 mila) hanno portato sugli scudi la provincia modenese. La rivincita della sana provincia e discapito delle città più ricche dell’Emilia. Oltre al Bologna – che non fa più tremare il mondo come la storica squadra di Fulvio Bernardini, vincitrice dello scudetto nel 1964 – anche il Parma non ingrana e quest’anno è collocato nei bassifondi della classifica con il serio rischio di precipitare tra i cadetti.

SASSUOLO E CARPI
Il Sassuolo è al secondo anno consecutivo di Serie A. Il tecnico Di Francesco e una società di proprietà della Mapei di Giorgio Squinzi, presidente di Confindustria, hanno dato il giusto equilibrio e una solidità che ne fanno la vera forza. Può schierare attaccanti di valore come Simone Zaza (ha già preso il posto di Balotelli in Nazionale), Berardi e Floccari. A confronto il Parma con il solo Cassano in campo non è all’altezza. Il Carpi è la sorpresa della serie B. È in testa al campionato. È ben messo in campo dal tecnico Castori. E solo 4 anni fa era in serie D. Poi le promozioni in seconda e dopo in prima divisione della Lega Pro da cui è arrivata in serie B. Ora il sogno della A.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

La Giustizia che fa paura alla Lega

Chi avesse ancora dubbi su uno dei motivi per cui il Governo Conte è stato fermato proprio il giorno prima che l’allora ministro Bonafede facesse il punto sulla riforma della Giustizia, senta bene le parole dette ieri da Salvini: “Questo Parlamento con Pd e 5

Continua »
TV E MEDIA