Il presunto esecutore della strage del Bardo arrestato a Milano. Era arrivato in Italia con un barcone

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Era arrivato fino a Milano, dopo essere sbarcato da un barcone, un cittadino marocchino di 22 anni,e ritenuto uno degli esecutori della strage al Museo del Bardo a Tunisi. Digos e Carabinieri del Ros lo hanno acciuffato a Gaggiano (Milano) ieri sera. Era ricercato a livello internazionale dalle autorità Tunisine che lo ritengono coinvolto nell’attentato costato la vita a 24 persone, tra cui quattro italiane.

Touil Abdelmajid avrebbe pianificato ed eseguito materialmente dell’attentato al Bardo. Il giovane era già stato identificato nel febbraio 2015 a Porto Empedocle. Era il 17 febbraio. L’uomo, che risulta irregolare, è stato trovato a casa dei parenti che invece hanno un permesso di soggiorno. Il marocchino, a cui era stato già notificato il provvedimento di espulsione dall’Italia, sarebbe tornato a Tunisi  per compiere l’attentato del 18 marzo scorso. I parenti lo difendono sostenendo che il ventiduenne era in Italia in quella data.