Il sistema Parnasi. Ecco chi sono tutte e 16 le persone finite al centro dell’inchiesta relativa al progetto per la costruzione dello stadio a Tor di Valle

La maxi inchiesta sullo stadio della Roma rischia di travolgere 16 persone. Ecco chi sono tutte le persone coinvolte

La maxi inchiesta sullo stadio della Roma rischia di travolgere 16 persone. Ecco tutti i nomi dei coinvolti.

Il sistema Parnasi. Ecco chi sono tutte e 16 le persone finite al centro dell’inchiesta relativa al progetto per la costruzione dello stadio a Tor di Valle
  • Luca Parnasi: il proprietario di Eurnova e proponente del progetto dello stadio di Tor di Valle è finito in carcere;
  • Luca Caporilli: è il braccio destro di Parnasi, anche lui è finito in carcere;
  • Simone Contasta: carcere anche per il dirigente di Eurnova;
  • Giulio Mangosi: collaboratore della società, anche lui in carcere;
  • Nabor Zaffiri: l’avvocatessa dell’azienda è finita anche lei in carcere;
  • Gianluca Talone: carcere preventivo anche per il commercialista di fiducia;
  • Michele Civita: domiciliari per il consigliere regionale ed ex assessore della giunta Zingaretti;
  • Adriano Palozzi: il vicepresidente del Consiglio regionale del Lazio, nonché esponente di Forza Italia, è ai domiciliari;
  • Luca Lanzalone: ai domiciliari l’avvocato e presidente di Acea. Per Luca Parnasi era Wolf, il mister ‘risolviproblemi’ di Pulp Fiction;
  • Paolo Ferrara: il capogruppo del Movimento Cinque Stelle risulta indagato nell’inchiesta si è subito autosospeso;
  • Davide Bordoni: indagato anche il capogruppo di Forza Italia al Comune;
  • Mauro Vaglio: presidente dell’Ordine degli avvocati di Roma, anche lui è finito nel mirino;
  • Daniele Piva: avvocato e candidato non eletto alla Camera per il M5S alle scorse elezioni politiche. Gli è contestata la compilazione di una fattura per attività professionale mai eseguita;
  • Giampaolo Gola: assessore allo Sport del Municipio X, la sua posizione è sottoposta agli accertamenti dell’inchiesta;
  • Daniele Leoni: funzionario comunale, indagato;
  • Claudio Santini: avvocato, già capo segreteria del Mibact. Sarebbe stato assunto da Parnasi per avvicinare un soprintendente.
Pubblicato il - Aggiornato il alle 18:06
Seguici su Facebook, Instagram e Telegram