In Tv Renzi asfalta Letta e Salvini. Il premier a Porta a Porta doppia lo share di Ballarò. Veleni tra Morgan e Sky, i social stroncano il cantante

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Immigrazione come tema principale. Matteo Salvini, Giorgia Meloni ed Enrico Letta ospiti. Questa volta Massimo Giannini e Andrea Vianello hanno messo in campo una squadra super competitiva per la puntata di Ballarò. E i risultati infatti sono stati migliori rispetto alle ultime uscite. Nulla di eccezionale, però una media di 1.470.000 spettatori (6,45% di share). Un dato che ha permesso al talk politico di Raitre di superare allo sprint il competitor diMartedì di Giovanni Floris (1.249.000 spettatori e 6,2% che ha approfittato della maggiore durata della trasmissione per recuperare il distacco). Ballarò ha anche vinto la sfida con il programma di Retequattro, che sta andando molto bene, La Strada dei Miracoli (1.176.000 e 5,75%). Ma se Giannini può finalmente accennare a un sorriso, hanno poco da ridere Salvini, Meloni e soprattutto Enrico Letta: sono stati asfaltati da Renzi che in seconda serata ha fatto volare lo share di Porta a Porta a 14,18%, tenendo svegli a mezzanotte una media di 1.291.000 telespettatori.

ARIA CHE TIRA IL 7%
Continua l’ottima stagione di Myrta Merlino e della sua Aria che tira di La7 che martedì mattina ha superato nella prima parte il 7% di share di media (382.000 spettatori con il 7,15%).

ITALIA 1
STARTUP
Italia 1 investe sul futuro: stasera e giovedì prossimo in prima serata c’è Shark Tank, il primo business format al mondo per notorietà e ascolti. Cinque imprenditori italiani metteranno i loro capitali a disposizione delle persone che li convinceranno con la propria startup, un’idea innovativa e il business plan.

CHE BELLA CADUTA LIBERA!
Ottimi ascolti e in crescita per Caduta Libera!, il nuovo quiz preserale di Canale 5, condotto da Gerry Scotti e prodotto da Endemol Italia, che martedì ha registrato 3.231.000 spettatori e il 19,73% di share.

MORGAN IL PIRATA
Prosegue sui social la polemica tra Morgan e X Factor: Marco Castoldi ha detto di non essere stato pagato, Sky ha risposto spiegando che il suo compenso è stato pignorato da Equitalia e dal suo profilo Facebook lo storico giudice del talent rincara la dose accusando i suoi ex datori di lavoro di mobbing. Ma il popolo di Twitter gli scrive di non sputare sul piatto dove ha mangiato.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Lega & soci altamente inquinanti

Mentre in Germania per la prima volta i Verdi superano nei sondaggi i conservatori della Merkel, in Italia una destra rimasta all’uomo di Neanderthal fa disperatamente opposizione per non inserire la difesa dell’ambiente nella Costituzione. La proposta sostenuta fortemente dai 5 Stelle è stata sotterrata

Continua »
TV E MEDIA