Inchiesta su presunte mazzette

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

dalla Redazione

All’ex Governatore della Lombardia non ne va bene una. Roberto Formigoni dovrà infatti risarcire con 40mila euro il procuratore aggiunto di Milano Alfredo Robledo per le frasi ritenute diffamatorie che l’ex governatore pronuncio’ il 28 marzo 2006 nei confronti del magistrato. In una conferenza stampa all’indomani della notizia che il pm Robledo aveva indagato il suo stretto collaboratore Fabrizio Rota nell’ambito dell’inchiesta ‘Oil for food’, l’allora presidente della Regione critico’ il magistrato sostenendo che “a spese del contribuente mandava squadroni in giro per il mondo con grande dispendio di energie, perquisizioni, telefoni controllati” e che “ogni volta che si avvicinano le elezioni  questo magistrato inquirente fa partire articoli sui giornali, passa le notizie”. L’inchiesta relativa a  mazzette versate nell’ambito del programma ‘cibo in cambio di petrolio’ in Iraq coinvolse un paio di collaboratori di Formigoni che invece non venne mai indagato.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Adesso basta errori sul virus

Cantano vittoria come se avessero ottenuto chissà cosa, ma l’Italia che comincia a riaprire dal 26 aprile non è un successo delle destre. Con le solite balle a uso elettorale, Salvini & company da ieri stanno ingolfando i social per intestarsi il ritorno alla normalità

Continua »
TV E MEDIA