Incontrada conferma: mi vogliono a Raiuno

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

di Angelo Costa

Cinema Adriano, due giorni fa, anteprima del film “Mi rifaccio vivo” di Sergio Rubini con Neri Marcorė, Margherita Buy e la bellissima Vanessa Incontrada. L’ex padrona di casa di Zelig, camicia bianca e gonna nera aderentissima, beve un caffè mentre aspetta la conferenza stampa.
C’è chi le chiede se sono veri i rumors che la danno in trattative con la Rai e lei fa un sorriso. “Ci sono progetti, contatti”, conferma la Incontrada che però esclude l’ipotesi della condizione di un magazine quotidiano come La vita in diretta, fra poco orfano del suo “factotum” Daniel Toaff che dovrebbe lasciare l’azienda per la pensione anticipata.
Molto più probabile, si dice a margine della presentazione del film, che Vanessa possa essere la protagonista di un prime time per settembre.
D’altronde, dopo il flop di Milly Carlucci con Altrimenti ci arrabbiamo e la bassa partenza di Antonella Clerici con La terra dei cuochi, di volti nuovi a Raiuno c’è proprio bisogno.
Il ritorno di Lorena
Registrata nei giorni scorsi, andrà in onda il 9 maggio la serata “Lotto per amore” condotta per Raidue da Lorena Bianchetti che onora così, come può, la sua esclusiva con la rete di Angelo Teodoli che scade a giugno. Lorena lotta per essere recuperata nella prossima stagione tv e cerca visibilità. Ha chiamato autori amici, fra cui Giuseppe Tortora che aveva lavorato con lei a Domenica in e oggi firma Porta a porta di Bruno Vespa. Vorrebbe essere invitata nei talk show per ridare smalto alla sua immagine appannata.

Canino verso la chiusura?
Povero Teodoli, non bastavano le grane per una rete che non decolla, adesso anche i bassi ascolti di Aggratis seconda serata di Fabio Canino che se non raggiungerà almeno la media di rete pari all’8%, sarà destinato alla chiusura. Il direttore di Raidue non ha proprio idea di dove sbattere la testa soprattutto per il day time del prossimo anno dove vorrebbe ancora Caterina Balivo e altre 180 puntate prodotte da Endemol di un tutorial Detto, fatto che di media ad oggi non supera il 5.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Per la sinistra dei Tafazzi non c’è cura

Inutile nascondersi dietro alibi o rimpianti: il vaccino per il Covid l’hanno trovato ma per l’autolesionismo della Sinistra non c’è cura. A destra, dove Salvini e Meloni non si parlano e Forza Italia ormai ha poco da dire, come al solito si presenteranno con candidati

Continua »
TV E MEDIA