Inter-Milan, dopo il derby già Montella la polemica. L’allenatore del Milan attacca: “l’Inter festeggia come se avesse vinto. Ma puntava allo scudetto…”

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Alla fine Inter-Milan si è conclusa nel risultato più giusto per quanto visto in campo: 2 a 2 con una discreta compagina nerazzurra specie nel primo tempo, ma un Milan più pungente e concreta, con giocate di fino più vistose rispetto all’ingarbugliata manovra nerazzurra. Ma i veleni, come capita spesso in questi casi, si protraggono anche dopo il derby. Per giorni. E a inaugurare il post-partita, ci ha pensato Vincenzo Montella.

L’allenatore del Milan, pur col suo solito savoir-faire ha analizzato la partita: “Berlusconi era amareggiato come noi, mi dispiace per i ragazzi che avrebbero meritato questo successo – commenta nelle interviste del dopo gara -. I miei giocatori vadano a dormire sorridenti per lo spirito che riescono a trasmettere, anche se sono usciti dal campo senza vittoria. Vedo il bicchiere pieno, perché la classifica è bella. E se l’Inter, costruita per lo scudetto, festeggia questo risultato come se avesse vinto, un po’ di soddisfazione c’è”. Come dire: l’Inter sta facendo una stagione nel complesso malandata. Che, in effetti, stando agli obiettivi iniziali di stagione, non è proprio falso.

GUARDA I GOAL DEL DERBY

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Quell’asse Draghi-Renzi sui Servizi

A volte guarda che strane le coincidenze! Il direttore del Dis (il coordinamento dei Servizi segreti) Gennaro Vecchione informa il Copasir, cioè il Parlamento, che lo 007 Marco Mancini ha incontrato Matteo Renzi nell’autogrill di Fiano Romano senza informare i superiori, e 48 ore dopo

Continua »
TV E MEDIA