L’invito dell’Iss alla massima cautela. Brusaferro: “Sarà un Natale Covid che dobbiamo vivere in una forma diversa. Meno siamo e meglio è”

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

b“Questo sarà un ‘Natale Covid’, e non abbiamo consigli ma è chiaro che meno siamo e meglio è”. E’ quanto ha detto il presidente dell’Istituto Superiore di Sanità, Silvio Brusaferro, nel corso della conferenza stampa sull’analisi dei dati del Monitoraggio Regionale della Cabina di Regia. In merito agli accorgimenti da adottare durante le festività natalizie, dunque, Brusaferro ha specificato: “Incontrarci può essere un problema anche se siamo congiunti ma magari viviamo lontani”.

“Sappiamo come si trasmette questo virus – ha aggiunto il numero uno dell’Iss -, ci sono modalità che dobbiamo evitare che si verifichino. Servirà cautela, muoversi poco, limitare i momenti conviviali con persone numerose, e mantenere mascherina e distanziamento quando incontriamo persone che non fanno parte del nostro nucleo. I contatti senza mascherina o senza distanziamento sono da evitare”.

“Bisognerà evitare i pranzi con 10 o 20 persone. In questo senso – ha aggiunto – abbiamo l’esempio di festività già verificate in altri paesi e che ci mostrano che il ‘rilassamento’ si traduce immediatamente in una ricrescita della curva. Questo sarà un ‘Natale Covid’ che dobbiamo vivere in una forma diversa, che rispetti l’affettività, la vicinanza ma con le modalità che viviamo attualmente”.