La dama bianca fa ancora

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

di Fabrizio Gentile

La dama bianca torna a far parlare di sé. Ancora una volta sulle scalette di un aereo, ma in questo caso le forze dell’ordine non erano di scorta, bensì operative. La Guardia di Finanza di Napoli, infatti, ha fermato all’aeroporto di Fiumicino con 24 kg di cocaina Federica Gagliardi, la donna che era nella delegazione italiana per il G8 di Toronto in Canada insieme all’allora premier Silvio Berlusconi. La droga era stipata nel suo bagaglio a mano. Appena fermata dai finanzieri ha chiamato il suo avvocato e si è difesa dicendo: “Mi hanno fregata”.

Il G8 in Canada
Gagliardi fu vista scendere dal volo di Stato che portava nel giugno 2010 l’allora premier Silvio Berlusconi e il suo staff a Toronto per il G8 in Canada. Bionda, fisico atletico, bella presenza, la donna non passò inosservata e molti si chiesero quale ruolo ricoprisse nella delegazione italiana. Risultò responsabile della segreteria del segretario generale della Regione Lazio. Per giustificare la sua presenza al summit di Huntsville fu spiegato che la Gagliardi, che aveva fatto parte del comitato elettorale di Renata Polverini, durante la campagna “aveva avanzato la richiesta di partecipare ad una missione all’estero in caso di vittoria elettorale”.

La droga nel trolley
La donna è stata fermata per droga al suo arrivo all’aeroporto romano e aveva la cocaina con sè sull’aereo nascosta nel suo bagaglio a mano. La Gagliardi proveniva dal Sud America, probabilmente dal Venezuela. Sono ora in corso indagini per accertare a chi fosse destinata la cocaina. In particolare, la sostanza stupefacente era trasportata all’interno di due bagagli a mano, un trolley e uno zainetto; dentro questi sono stati trovati rispettivamente 12 e 9 panetti di sostanza stupefacente, confezionati con cellophane chiuso da nastro adesivo. Il corriere è stato individuato in ispezioni eseguite sui bagagli dei passeggeri del volo di linea Alitalia proveniente da Caracas. La cocaina è risultata a un primo esame di ottima qualità. La droga sequestrata sarebbe stata destinata ad alimentare le piazze di spaccio romane e campane”. Federica Gagliardi è stata portata nel carcere di Civitavecchia.