La ‘ndrangheta gioca d’azzardo. Le mani su sale scommesse e gioco online: 41 arresti e un maxi sequestro da 2 miliardi di euro

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Blitz contro il gioco d’azzardo illecito controllato dalla ‘ndrangheta. Sono 41 le ordinanze di custodia cautelare e 56 le imprese nazionali ed estere sequestrate, oltre a 1.500 punti commerciali e 82 siti nazionali e internazionali: totale del valore 2 miliardi di euro. Un’attività che fruttava un vero tesoro e guidata dal boss Francesco Ietto che si trovava già ai domiciliari nella sua casa di San Colombano al Lambro, nel milanese, per associazione per delinquere di stampo mafioso. In azione su tutto il territorio nazionale dall’alba ci sono i comandi provinciali dei Carabinieri e della Guardia di finanza, della Squadra mobile della Polizia di Stato e della Direzione investigativa antimafia (Dia) di Reggio Calabria unitamente al Servizio centrale di investigazione sulla criminalità organizzata (Scico) e al nucleo speciale Frodi tecnologiche di Roma della Gdf.