La Tv e i suoi protagonisti visti da Klaus Davi. A Stasera Italia è tornata la Palombelli. Ma per la Gentili è stato un successo

Veronica Gentili è una delle rivelazioni del panorama televisivo italiano degli ultimi anni, ma ormai è sicuramente più corretto considerarla una nuova certezza piuttosto che una promessa. Dopo alcune apparizioni in tv ma anche nel mondo del cinema e del teatro, la svolta per la sua carriera è arrivata con la partecipazione nel ruolo di opinionista a Piazzapulita su La7 nel 2013 e con l’inizio della collaborazione con Il Fatto Quotidiano poco dopo. Queste esperienze sono state il vero trampolino di lancio nella nuova avventura del giornalismo, in particolare televisivo, con presenze fisse sui più importanti talk della rete di Cairo e, soprattutto, col seguente passaggio a Mediaset, dove indubbiamente è arrivata la vera notorietà e popolarità.

La conduzione di Stasera Italia, in coppia o da sola, è stata la consacrazione al grande pubblico in cui ha potuto dimostrare la sua capacità di guidare un dibattito televisivo con professionalità, garbo, grinta e gentilezza. In particolare durante quest’estate, in cui ha condotto Stasera Italia News in solitaria per 99 puntate consecutive, ha retto senza problemi il confronto con avversari tosti nella sua fascia oraria, quella del sempre più agguerrito access prime time che dà il traino alla prima serata vera e propria. La conferma arriva dagli ascolti che l’hanno vista battere pressoché regolarmente la concorrenza di esperti professionisti come Luca Telese e David Parenzo alla guida di In onda su La7.

E sulla scia di questi notevoli risultati è arrivata anche l’affermazione nei confronti di Lilli Gruber, battuta qualche sera fa con la media del 6,62% contro il 6,34% di Otto e mezzo. L’ultima settimana di conduzione della Gentili ha coinciso con la prima settimana del ritorno in tv del programma della Gruber e, nel complesso, il risultato è stato di sostanziale pareggio. Una bella impresa per la giovane anchor woman romana che si è presa la soddisfazione di superare colei che viene considerata, senza paura di smentite, la prima interlocutrice dell’establishment politico. Adesso la situazione è sicuramente mutata e quei leader che prima preferivano il salotto della Gruber o anche della stessa Barbara Palombelli, tornata nel frattempo a guidare Stasera Italia dopo la pausa estiva, ora accettano di buon grado di essere intervistati dalla Gentili.

A partire dal premier Conte, che le ha concesso una one-to-one esclusiva a Palazzo Chigi trasmessa la settimana scorsa in cui sono stati toccati tutti i punti salienti dell’attuale scenario politico italiano, dall’emergenza Covid-19 al Mes e al Recovery Fund, passando anche per i rapporti con Salvini e la maggioranza. E non è un caso che anche Nicola Zingaretti, leader del Centrosinistra e non troppo avvezzo a frequentare gli studi Mediaset, abbia fatto la sua apparizione nel talk della Gentili. Il merito di questo cambio di rotta televisivo va sicuramente, in primis, alla conduttrice, brava a essere accogliente con tutti i suoi interlocutori e a saper dosare con maestria serietà, grinta e ironia a seconda delle situazioni.

Ma non si può non menzionare il team che le ruota attorno: dal capoautore Alessandro Usai, agli autori Alessandro Montanari e Annalisa Corti, per arrivare a una redazione giovane ed eterogenea composta da lavoratori appassionati e stakanovisti che sanno collaborare alla riuscita del format. Veronica non fa altro che trasmettere al pubblico la serenità e lo spirito di accoglienza che si respirano nel dietro le quinte del programma, ingredienti e clima ideali per ottenere il meritato successo.