La Ventura non è più Miss Italia. Peggior risultato di ascolti degli ultimi tre anni. Il concorso ha perso appeal. Simona non trascina più

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

La banda di Simona Ventura non è riuscita a fare il miracolo. Nonostante un ottimo successo sui social (in verità un po’ offuscato da un servizio di Striscia in cui si denunciano pacchetti di voti a pagamento), Miss Italia non è decollata. Anzi la finale di Jesolo, trasmessa domenica sera su La7, è stata la meno vista degli ultimi tre anni. La media di telespettatori è stata di 857.000 per uno share del 5,12%, contro il 6,46%
( 1.086.000) del 2014 e il 5,51% (937.000) del 2013. Ha vinto Alice Sabatini, miss Lazio, bella, disegnata per le fiction. Tra l’altro l’unica con un taglio corto di capelli, ma come ha parlato ha sciorinato una gaffe dopo l’altra. Non è certo uno spot positivo per le donne. Come non lo è il look della Ventura. Tra lei e Antonella Clerici è in atto una sfida su chi veste peggio. Luxuria come opinionista funziona. Forse perché ha la stessa voce di Alfonso Signorini.

LA PRIMA DI MARIA
E anche Maria De Filippi può dire di aver condotto Striscia. Ieri sera l’esordio, a fianco di Michelle Hunziker, con tanto di alluce immobilizzato da un infortunio. Una conduzione in punta di piedi. Stasera la seconda e ultima puntata con l’inedita coppia. Poi Gerry Scotti e Maria Venier sostituiranno la De Filippi. Dalla prossima settimana tocca a Christian De Sica che intervenendo a Un giorno da pecora su Radio2 ha confessato di essere molto preoccupato. “Ho paura perché non l’ha mai fatto – ha detto ai microfoni di Geppi Cucciari e Giorgio Lauro – devo leggere, mi danno il testo un’ora prima… Speriamo bene. Perché ho lasciato Tale e Quale Show per Striscia? Perché farò un musical con Alessandro Siani, il Principe Abusivo. E quindi dovendo provare a Napoli, non sarei potuto venire a Roma a fare le prove. Per questo ho dovuto rinunciare. Invece hanno detto che lo avrei fatto per i soldi. Non è così, a Striscia mi danno molto meno”.
L’attore è appena tornato da Santo Domingo, dove stava girando il film di Natale.

L’AGCOM SPEGNE I SITI
L’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni (AgCom) ha ordinato la disabilitazione dell’accesso a sei siti che diffondevano illecitamente in diretta le partite del campionato di calcio di Serie A 2015-2016. Accogliendo la richiesta di Mediaset, è statodisposto il blocco ai portali Freecalcio.eu, Calcion.in, Liveflash.tv, Liveflashplayer.net, Webtivi.info, Miplayer.net e Supermariohdsports.wix.

RAIDUE VOLA CON LA FERRARI
Ascolti record per Raidue con la diretta del Gp di Singapore. La vittoria della Ferrari di Sebastian Vettel è stata seguita da una media di 4 milioni 663mila telespettatori e il 28,03% di share. Il picco di ascolto (5 milioni 335mila spettatori) è stato registrato alle 14:04 durante la partenza e il picco di share di 31,74%, alle 16:03 in concomitanza con l’arrivo delle due Ferrari di Vettel e Raikkonen. Sulla scia della Formula 1 sono andati bene anche i programmi a seguire Quelli che il calcio (1.651.000 – 12.04%), 90° minuto – Zona Mista (1.115.000 – 9,33%) e 90° minuto (1.438.000 – 10,70%). Negli ultimi due programmi c’era in pista un’altra Ferrari.