La zingarata di Santoro a Mediaset. Servizio pubblico intervista la rom dei mille euro rubati. Accuse a Mattino 5 di aver pagato la giovane nomade

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Scoppia la guerra tra Santoro e Mediaset. Anche Servizio pubblico ha intervistato la giovane rom che dichiarò a Mattino 5 di rubare quasi mille euro al giorno. Solo che la versione data dalla zingarella alle telecamere del talk di La7 è ben diversa. «La giornalista di Mediaset mi ha fermato fuori da scuola e mi ha dato 20 euro per dire che, rubando, guadagno 900 euro al giorno». Ma la smentita dell’azienda di Cologno Monzese è molto dura: «È una menzogna». Ospite del programma condotto da Federica Panicucci e Federico Novella era Matteo Salvini. Il leader del Carroccio in quell’occasione aveva parlato dei campi rom da radere al suolo. Adesso la giovane nomade fa marcia indietro. Un’anticipazione dell’intervista, realizzata dalla giornalista Giulia Cerino, è visibile sul sito www.serviziopubblico.it. Il filmato completo sarà trasmesso stasera nel corso nel talk di Santoro. Mentre Mattino 5 questa mattina farà vedere tutta la sequenza ripresa dalle telecamere dove non si vede nessun tentativo di combine. L’unica poco credibile sembra proprio la giovane rom. Sia quando l’ha sparata grossa sui 1000 euro al giorno rubati, sia sui 20 euro ricevuti. Magari ora si starà divertendo un mondo al pensiero di come si è presa gioco delle telecamere.

PER RUGGIERI IL CASO SARDONE
Andrea Ruggieri comincia subito con una bella gatta da pelare. Il nipote di Bruno Vespa e giornalista di Virus, nonché fidanzato di Anna Falchi, entra a far parte della squadra dei fedelissimi di Arcore e si occuperà dei volti di Forza Italia da mandare ospite nei talk tv. Ufficialmente dovrà dare una mano a Debora Bergamini, responsabile della comunicazione, ma il suo primo compito riguarderà l’astro nascente Silvia Sardone che nelle sue apparizioni in tv ha dimostrato di saper bucare il video, facendo ascolti a ogni apparizione televisiva. Contro di lei ci sono molti esponenti forzisti, capitanati dalla vecchia guardia (Romani, Gasparri, Ravetto) che stanno cercando di frenare le presenze in video, in quanto non è parlamentare.

ALLE DONNE PIACE L’INFEDELTÀ
Ancora un buon risultato per Alta Infedeltà, in onda su Real Time. A ogni puntata cresce l’ascolto (437 mila e l’1,6% l’ultima media record), ma quello che fa più riflettere è il dato riguardante il target donne compreso tra l’età di 20 e 49 anni che raggiunge il 4,5% di share. Quindi le donne o studiano come tradire il marito, oppure cercano di scoprire le scuse che il partner inventa per nascondere le scappatelle.

I TALK NON FANNO MIRACOLI
Ancora un testa a testa tra Ballarò e diMartedì. La sfida prosegue all’ultimo decimale di share, anche se va detto che la vittoria ai punti andrebbe assegnata a Floris che nonostante i break pubblicitari riesce a rimanere in scia del riconfermato Giannini (anche il prossimo anno condurrà il talk di Raitre, ha detto Andrea Vianello). Risultato dell’ultima tappa: 5,46% Ballarò e 5,14% diMartedì. Ma quello che fa riflettere è il fatto che entrambi i talk siano stati battuti da La strada dei miracoli (5,61%), il programma di storie su Retequattro condotto da Safiria Leccese. L’ennesima conferma che al pubblico tv le storie interessano più dei politici.