Lazio-Roma, il derby per il secondo posto alle 18. Ma la città sarà paralizzata già dal primo pomeriggio. Così una partita può bloccare una Capitale

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Alle 18 il derby di Roma. Ma già dalle 15 sarà caos nella Capitale. Strade bloccate e massima sicurezza. Ma perché si gioca in un giorno feriale? Le fatiche di Coppa Italia della Lazio hanno convinto il presidente laziale, Claudio Lotito, a chiedere il posticipo. Eppure anche la Juventus sarebbe dovuta essere stanca. Però è riuscita a sconfiggere 3-1 il Napoli sabato. Sì, esatto. Addirittura sabato, nemmeno domenica. Ma le ultime giornate non dovrebbero giocarsi in contemporanea? A quanto pare no. E allora oggi le due squadre capitoline scenderanno in campo con la Roma sicura di un posto Champions, potendo giocare anche per il pari. E la Lazio che oserà provando il sorpasso che significherebbe sorpasso e Champions diretta. Dovesse perdere la Lazio, la squadra di Lotito si giocherebbe tutto (il terzo posto) nell’ultimo turno col Napoli. Quando però avrebbe due risultati su tre. Insomma tutto o quasi è già deciso. Anche il caos che vivrà Roma, quando oggi pomeriggio nell’orario di punta del traffico e di chiusura degli uffici, una partita di calcio paralizzerà un’intera città.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Quell’asse Draghi-Renzi sui Servizi

A volte guarda che strane le coincidenze! Il direttore del Dis (il coordinamento dei Servizi segreti) Gennaro Vecchione informa il Copasir, cioè il Parlamento, che lo 007 Marco Mancini ha incontrato Matteo Renzi nell’autogrill di Fiano Romano senza informare i superiori, e 48 ore dopo

Continua »
TV E MEDIA