Lotteria degli scontrini istantanea: come funziona e cosa cambia

Lotteria degli scontrini istantanea: si cambia o meglio si aggiunge una nuova modalità per aumentare gli acquisti elettronici.

Lotteria degli scontrini istantanea: si cambia ancora una volta per facilitare e stimolare gli acquisti elettronici che negli ultimi mesi non hanno avutolo sviluppo sperato e messo in conto dall’allora secondo Governo Conte.

Lotteria degli scontrini istantanea: come funziona e cosa cambia

Lotteria degli scontrini istantanea: come funziona

La Lotteria degli scontrini cambia formula e modalità di partecipazione. Prima dell’ultimo cambiamento o aggiunta erano previste estrazioni settimanali, mensili e annuali. Quella settimanale concede 15 premi da 25mila euro per gli acquirenti e da 15mila euro per i commercianti, mentre i premi mensili sono pari a 100mila euro per chi compra e 20mila euro per gli esercenti (10 premi per ognuna delle categoria). Infine, c’è l’estrazione annuale da 5 milioni per chi compra e da 1 milione per chi vende.

Al momento, per partecipare bisogna infatti generare un codice lotteria, utilizzando l’apposito strumento online (si inserisce il proprio codice fiscale, viene generato un codice lotteria che bisogna mostrare al commerciante nel momento in cui si effettua l’acquisto).

Cosa cambia

La lotteria degli scontrini, dunque, diventa istantanea grazie a un emendamento del decreto PNRR2:  per partecipare basta associare il proprio codice-lotteria all’acquisto appena effettuato con metodi di pagamento elettronici: sullo scontrino si potrà verificare immediatamente se si è vinto uno dei premi in palio inquadrando con lo smartphone l’apposito codice QR. Per tutto il resto (ammontare dei premi, modalità di comunicazione della vincita, ecc) si dovrà ancora decidere e lo si farà in seguito, con provvedimenti dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli.

Il provvedimento fu voluto dal secondo Governo Conte per aumentare gli acquisti in modalità elettronica. Tuttavia, negli ultimi mesi non c’è stato lo sviluppo che si attendeva e dunque si prova una nuova formula che deve però ancora essere ufficializzata.

Leggi anche: “La scuola fa schifo”: fa discutere la scritta sulla maglietta di uno studente prima della maturità. Le reazioni

Seguici su Facebook, Instagram e Telegram