Maxi blitz antidroga tra Puglia e Ragusano

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Trentuno persone dedite allo spaccio di stupefacenti, in particolare sul Gargano, sono state arrestate dai carabinieri. Le indagini, coordinate dalla Procura di Foggia, hanno consentito di sequestrare numerose dosi di cocaina, hashish e marijuana che, con oltre tremila “cessioni” nell’arco di un anno, hanno generato un giro d’affari di 800mila euro circa.

Una vasta rete di narcotraffico è stata scoperta anche nel Ragusano, dove i carabinieri hanno notificato un provvedimento di “informazione di garanzia e avviso alla persona sottoposta alle indagini di chiusura delle indagini preliminari”, emesso dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Catania, nei confronti di 49 persone accusate a vario titolo di associazione per delinquere finalizzata al traffico di stupefacenti e concorso in detenzione di armi e droga.

L’inchiesta avviata dai carabinieri di Modica ha consentito di scoprire una pericolosa gang criminale a Scicli inserita a pieno titolo in una più vasta e articolata rete del narcotraffico che operava tra la Provincia di Ragusa, Catania e Napoli. Gli investigatori hanno ricostruito collegamenti, ruoli e funzioni di capi e gregari di una vera e propria organizzazione militare dedita allo smercio di ingenti quantitativi di hashish e cocaina sequestrati in varie operazioni dei Carabinieri sin dal 2007.