Il Grande Fratello ha un futuro vip. Il Biscione conferma L’Isola, ma cambierà la Casa. Scatta l’ora X per i reality. Precipita Monte Bianco

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

di Marco Castoro

Forse è giunto il momento che anche i reality debbano interrogarsi sul futuro imminente. Dopo il successo di inizio degli anni Duemila ci fu un periodo di rigetto che portò alla sosta ai box per qualche stagione dei programmi più in voga. A cominciare dall’Isola dei famosi. Ora siamo vicini a un altro spartiacque: o il reality si fa bene o è meglio non farlo per niente. L’Isola di Adamo ed Eva è stato un mezzo fallimento. È piaciuta a pochi. Forse neanche a Luxuria. Il contadino cerca moglie non entrerà di sicuro nella storia della tv. La delusione più clamorosa è Monte Bianco (4%), il reality di Raidue che non vale nemmeno la metà di Pechino Express, sia per le prove da superare sia per il ritmo e le emozioni che trasmette. Perfino il Grande Fratello non è andato al top. Nonostante l’impegno di Alessia Marcuzzi. Comunque stiamo parlando di un format che da 15 anni non è mai cambiato. E che tra i programmi di Canale 5 solo la De Filippi fa ascolti migliori. Dare la scossa e puntare sui vip potrebbe essere l’idea giusta per non mangiare più la stessa minestra. Meglio vedere Belen struccata o in mutande piuttosto che un concorrente anonimo, senza talento in cerca di popolarità, che fa minchiate. Il Biscione continuerà a inserire nei palinsesti un reality a stagione. Uno in primavera e un altro in autunno. Considerando che l’Isola dei famosi l’anno scorso è andata bene sicuramente verrà confermata a marzo, mentre a settembre la Casa del Gf potrebbe essere abitata non più dai concorrenti, bensì dai vip.

FAZIO SE LA CANTA
Dopo le storiche presenze degli U2 (ottobre 2014) e di Madonna (marzo 2015) torna la grande musica internazionale a Che tempo che fa: domenica con Fabio Fazio ci sarà in esclusiva Adele, la cantautrice britannica, regina del pop e del soul bianco. In soli sette anni di carriera e con due album all’attivo (uno datato 2008 e l’altro 2011), ha venduto 40 milioni di dischi nel mondo.

DEL DEBBIO NON VOLA CON VESPA
Avere come ospite Bruno Vespa per l’intervista di Quinta colonna non ha portato bene a Paolo Del Debbio. La striscia del talk di Retequattro è stata superata da Otto e mezzo: 4,58% contro 4,27%. Da notare che Gruber e Del Debbio messi assieme fanno gli spettatori di Un posto al sole, la soap di Raitre.

COL NAPOLI VARRIALE OK
Higuain ha resuscitato il Processo di Raitre. Finalmente Enrico Varriale può esultare per aver superato il 5% di share. Il competitor Tiki Taka ha fatto il 12% ma all’ora di Marzullo. Del resto lunedì è stata la serata di Napoli-Inter, vista sulle pay tv da 2,5 milioni di tifosi (9,23%).

NON C’È SOLO GOMORRA
Napoli non è solo Gomorra, ma anche quella di italiani e immigrati. Nel film documentario Loro Di Napoli (diretto da PierFrancesco Li Donni, prodotto da OwnAir con Minollo Film), si parla di calcio con la Afro Napoli United, ma la pellicola non ha un distributore e non riesce ad arrivare nelle sale.

 

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Quell’asse Draghi-Renzi sui Servizi

A volte guarda che strane le coincidenze! Il direttore del Dis (il coordinamento dei Servizi segreti) Gennaro Vecchione informa il Copasir, cioè il Parlamento, che lo 007 Marco Mancini ha incontrato Matteo Renzi nell’autogrill di Fiano Romano senza informare i superiori, e 48 ore dopo

Continua »
TV E MEDIA