Milan fuori dall’Europa League. Rossoneri puniti per il mancato rispetto dal Fair play finanziario. L’ultima speranza è il ricorso al Tas di Losanna

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Niente Europa League per il Milan. Lo ha stabilito la Camera arbitrale dell’Organo di Controllo Finanziario per club dell’Uefa che ha punito il club rossonero per il mancato rispetto del Fair play finanziario. La CFCB, presieduta da Jose’ Narciso da Cunha Rodrigues, ha preso una decisione sul caso Milan a seguito del rinvio del responsabile della camera di investigazione CFCB per la violazione delle norme del fair play finanziario, in particolare per la violazione della regola del pareggio di bilancio (break-even rule).

“Il club – si legge in una nota – non potra’ partecipare alla prossima competizione UEFA per club a cui e’ qualificata nelle prossime due stagioni (una competizione sola nella stagione 2018/19 o in quella 2019/20, in caso di qualificazione)”. Contro questa decisione e’ possibile presentare ricorso al Tribunale Arbitrale dello Sport, secondo l’Articolo 34 del regolamento procedurale che governa l’Organo di Controllo Finanziario per Club Uefa, e secondo gli Articoli 62 e 63 degli Statuti Uefa. “Le motivazioni della decisione – si legge infine – verranno pubblicate su Uefa.com a tempo debito”.
(ITALPRESS).

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Garantisti con tutti tranne che con Grillo

Se pensate che la bava alla bocca dei peggio giustizialisti sia vergognosa date prima un’occhiata al veleno dei meglio garantisti, di destra e di sinistra, difensori a oltranza della nipote di Mubarak e sostenitori di partiti dove più delinquenti arrestano più ne arrivano, e non

Continua »
TV E MEDIA