Morto per Covid il serial killer dei treni. Bilancia stava scontando 13 ergastoli per 17 omicidi nel carcere di Padova

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Il serial killer dei treni, Donato Bilancia, condannato a 13 ergastoli per 17 omicidi e 16 anni per un tentato omicidio, avvenuti tra il 1997 e il 1998 tra la Liguria e il Piemonte, è morto ieri in carcere a Padova a causa del Covid. Bilancia scontò i primi anni di prigione al carcere di Marassi a Genova, per poi essere trasferito a Padova dove stava scontando la pena al carcere Due Palazzi.