No Tav all’assalto del vertice tra Letta e Hollande. Ma la Torino-Lione resta una priorità. Ancora scontri a Roma

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

 

Ancora scontri a Roma. Questa volta a Campo dei Fiori. Insieme ai manifestanti No Tav anche i comitati per il diritto alla casa. Incidenti tra manifestanti e le forze dell’ordine sono avvenuti nei pressi della sede nazionale del Pd in via Sant’Andrea delle Fratte. Protesta che arriva nel giorno del vertice italo francese con Letta e Hollande a Roma. Le forze dell’ordine hanno blindato l’ambasciata francese di palazzo Farnese chiudendo tutte le vie d’accesso. Ma dal vertice il coro unanime italo-francese: “La Torino-Lione resta una priorità”.

I dimostranti, una settantina circa, hanno lanciato una bomba-carta nella piazzetta all’incrocio tra via di Propaganda e via della Mercede, riferiscono fonti dal Pd, ma non sono riusciti ad avvicinarsi alla sede del partito. Alcuni manifestanti, la maggior parte a volto coperto e con i caschi, ha cercato ripetutamente di forzare il “blocco” per far partire il corteo ma sono stati respinti. Sono stati lanciati petardi, bombe carta e bottiglie. Alcuni dei manifestanti lamentano di “essere stati feriti”.