Ecco i nomi del Centrodestra per il Quirinale. Sono tre: Pera, Moratti e Nordio. Salvini: “Non hanno in tasca la tessera di un partito”

Salvini Centrodestra
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

L’ex presidente del Senato Marcello Pera (qui il profilo), l’attuale vicepresidente della Regione Lombardia ed ex sindaco di Milano, Letizia Moratti (qui il profilo), e l’ex magistrato Carlo Nordio (qui il profilo). È la rosa dei nomi per la presidenza della Repubblica presentata dal leader della Lega Matteo Salvini a nome del Centrodestra, nel corso di una conferenza stampa (qui il video) insieme alla leader di FdI, Giorgia Meloni e dal coordinatore di Forza Italia, Antonio Tajani. Nessuno dei tre, ha detto il segretario del Carroccio, “ha la tessera di un partito in tasca”.

“Il centrodestra sta dando prova di compattezza, lealtà e voglia di dialogare” ha aggiunto Salvini confermando i nomi dei tre candidati del centrodestra alla presidenza della Repubblica. “Non presentiamo in questi 3 nomi dirigenti di partito anche se ovviamente, e lo dico io, c’è qualcuno a questo tavolo che non avrebbe un titolo ma tantissimi per ambire a questa carica” afferma il segretario della Lega ribadendo “che ci sia qualcuno qui che forse in Italia non ha eguali”.

“Abbiamo fatto una lunga e proficua riunione – ha aggiunto Salvini – con il centrodestra compatto. È il nostro tratto distintivo: muoverci all’unisono dall’inizio alla fine di questo percorso. Siamo qui a presentare tre nomi ufficiali del centrodestra partendo dal presupposto che non siamo qui ad imporre niente a nessuno. Negli ultimi 30 anni la sinistra è stata protagonista della scelta, penso che ora sia diritto dell’area liberale moderata che è maggioranza del paese di avanzare delle proposte”.

“Siamo soddisfatti per la compattezza e l’unità della coalizione. Sono contenta di come stiamo operando e della proposta avanzata per cercare di fare un passo avanti per evitare che sull’elezione del Capo dello stato la politica dia una pessima immagine continuando a perdere giorni. Crediamo che sia nostra responsabilità fare delle proposte” ha detto la Meloni.

“Nomi sicuramente di qualità, li valuteremo senza spirito pregiudiziale. Non ho mai detto che il centrodestra non è legittimato ad avanzare nomi. Ho parlato di nomi super partes” il commento, sulla rosa di nomi proposta dal Centrodestra per il Quirinale, del segretario del Pd, Enrico Letta. “Sulle proposte del centrodestra ci riserviamo di fare una valutazione ma che nessuno vanti un diritto di prelazione a eleggere il Capo dello Stato” ha detto, invece, il presidente del M5S, Giuseppe Conte. “Il M5S – ha aggiunto l’ex premier – non dà patenti di legittimità a nessuna forza politica. Sono i cittadini che attribuiscono queste patenti, quindi il centrodestra ha il dovere e diritto di presentare proposte”.