Nunzia De Girolamo: oggi, marito, partito e titolo di studio dell’ex parlamentare

Chi è Nunzia De Girolamo
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Nunzia De Girolamo: oggi non è più in politica e neppure nella sua prima attività come forense. La sua vita oggi è la scrittura ma anche la televisione.

Nunzia De Girolamo: oggi

Nunzia De Girolamo è nata a Benevento nel 1975. Dopo essersi diplomata presso il liceo classico Pietro Giannone di Benevento si è iscritta alla Facoltà di Giurisprudenza dell’Università La Sapienza di Roma.

Dopo la carriera forense e quella politica, è passata alla televisione e alla scrittura. Dal 2018 scrive per sul quotidiano Il Tempo, dove ha una sua rubrica, Nunzia Vobis, e anche su Libero, dove ha una sezione settimanale chiamata Piazza del Popolo. Da quell’anno fino al 2021 è una degli opinionisti e inviati di Non è l’arena, talk show di Massimo Giletti trasmesso su La7. Nel 2019 si cimenta nel mondo dei reality, partecipando a Ballando con le stelle,  classificandosi quinta al fianco del ballerino Raimondo Todaro. Nel 2021 fa il suo debutto come conduttrice, presentando Ciao Maschio.

Nunzia De Girolamo: marito

Francesco Boccia è il marito di Nunzia De Girolamo. Lui  è un noto accademico e politico, deputato del Partito Democratico ed ex Ministro per gli Affari regionali e le Autonomie. I due si sono sposati in municipio nel 2011, quando Nunzia era ancora una deputata de Il Popolo della Libertà. Il 9 Giugno 2012 nasce la loro bambina, Gea,

Partito e titolo di studio

Prima di entrare in politica ha conseguito una laurea in Giurisprudenza all’Università La Sapienza di Roma e per alcuni anni ha perseguito la carriera forense.

Nell’Ottobre del 2007 è coordinatrice cittadina di Forza Italia a Benevento. Pochi mesi dopo viene candidata ed eletta deputata alle Elezioni Politiche del 2008, nella lista de Il Popolo della Libertà, partito nato dalle ceneri di FI. Viene rieletta alla Camera anche nel 2013, quando viene nominata Ministra delle Politiche Agricole, alimentari e forestali nella grande coalizione guidata da Enrico Letta.