Olgettine perquisite. Al setaccio le ragazze accusate di corruzione in atti giudiziari nel caso Ruby. La Procura cerca denaro sui conti correnti

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Perquisite le olgettine in relazione al caso Ruby ter, il terzo filone di indagine aperto sulle serate ad Arcore.  Su ordine della Procura di Milano la sezione di polizia giudiziaria ha perquisito la casa di Karima El Marough (in arte Ruby) a Genova; gli uffici del suo ex avvocato, Luca Giuliante, e le abitazioni di una ventina di ‘olgettine’, tra cui Barbara Guerra, Lisney Barizonte, Iris Berardi, Roberta Bonasia, le gemelle Concetta ed Eleonora De Vivo, Aris Espinosa, Barbara Faggioli, Manuela e Marianna Ferrera, Maria Esther Garcia Polanco, Miriam Loddo, Raissa Skorkina, Alessandra Sorcinelli, Elisa Toti, Ioana Visan. Destinatarie del provvedimento sono le ragazze accusate di corruzione in atti giudiziari. Si tratta di perquisizioni che mirano anche a far luce su recenti movimentazioni di denaro sui conti correnti, almeno stando a quanto rivelato.I due pm puntano ad accertare se le ragazze abbiano ricevuto denaro per dichiarare il falso in aula.