One Direction, Italia 1 si fa special

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

di Marco Castoro

Mediaset risponde a X Factor di Sky. E non lo fa solo con la replica del concerto all’Arena di Verona di Adriano Celentano, ma con uno special in prima serata dedicato agli One Direction che andrà in onda a metà dicembre su Italia 1. Il 7 dicembre la giovane band che fa impazzire le ragazzine e che ha già venduto milioni di dischi sarà a Roma per registrare lo special.

TELESE E COSTANZO
La stagione di Matrix è da considerarsi più che positiva. Gli ascolti vanno bene. La trasmissione è ben curata. Passa dalla cronaca alla politica senza accusare contraccolpi. Tuttavia, a nostro giudizio, diverse cose andrebbero corrette nel modo di condurre di Luca Telese. La sua eccitazione, infatti, manda in fibrillazione il telespettatore, che quando spegne la tv corre in cucina a bere un bidone di camomilla. E se non basta a calmarlo, si prende pure qualche tranquillante per dormire. Telese è bravo e preparato, però conduce il programma a scatti e finisce per creare in studio una cagnara che fa perdere il filo del ragionamento a chi guarda da casa. Troppe interruzioni dettate dalla paura di perdere ritmo, di essere noioso. Gli ospiti sembrano i concorrenti del Rischiatutto. Manca solo il pulsante. A cosa servono cinque-sei interlocutori se alla fine non riescono a finire neanche un discorso? D’accordo che bisogna evitare di far parlare i logorroici come fa Giannini a Ballarò, tuttavia non va dimenticato che tra la mezzanotte e l’una il telespettatore ha dei tempi lenti e il ritmo spasmodico e le urla del conduttore finiscono per disorientarlo. A Telese consigliamo di riguardarsi il Maurizio Costanzo Show di qualche anno fa. Il talk più talk della tv che andava in onda alla stessa ora di Matrix.

VESPA OK, FLORIS E GIANNINI NO
Bruno Vespa ha ammesso a Tv Talk di aver ridotto la politica in tv perché ce n’è un’overdose e il pubblico si è stancato. «La gente vuole i fatti, mentre la televisione è fatta necessariamente di parole», ha detto il conduttore di Porta a Porta che ha confessato di sognare di fare la spalla di Fiorello. Una volta il suo sogno era partecipare a Sanremo, oggi a quanto si apprende è dunque cambiato.

IL TORINO DI CAIRO SEMPRE IN TV
Ancora una volta è stata la partita di Europa League del Torino ad andare in diretta e in chiaro il giovedì sera su Italia 1. In precedenza è successo spesso. Viene da chiedersi se Mediaset sceglie il Toro per far contento Urbano Cairo oppure perché su Premium i granata tirano poco. Il match contro il Bruges è stato seguito da un milione 877 mila spettatori, pari al 6,84% di share.

IRIS, COMPLEANNO A TUTTO SHARE
Domani Iris compie sette anni. Ha iniziato le trasmissioni nel 2007, quando ancora il digitale terrestre in Italia praticamente non esisteva. La rete diretta da Marco Costa è seguita da una media dell’1,53% di share. Iris è stata la prima rete tematica dedicata al cinema.