Ora cambiare direttori è uno sport. Caressa vuole tornare alle telecronache di Sky. In Rai Verdelli punta a sostituire Paris con Orfeo

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

di Marco Castoro

Non ci sono solo le reti Rai a movimentare il valzer dei direttori. Dopo Sanremo si dovrebbe assistere al cambio della guardia di due o addirittura tutte e tre i canali generalisti Rai. Per il momento l’unico direttore già sicuro della sua poltrona è Antonio Di Bella a RaiNews. Ma presto ce ne potrebbero essere altri anche nelle testate giornalistiche sportive. A Sky Sport Fabio Caressa ha fatto intendere che non è intenzionato a restare come direttore perché ha una grande voglia di tornare alle telecronache. Gli mancano troppo i tè caldi e l’input di mandare tutti sotto la doccia. Recentemente sono stati nominati i due vicedirettori, Federico Ferri e Matteo Marani, quest’ultimo ex direttore del Guerin Sportivo, che ha rimpiazzato Fiorenzo Pompei neo pensionato. Per la successione di Caressa si pensa a una soluzione interna. Probabilmente toccherà a Massimo Corcione la poltronissima, mentre ai vice toccherà metterci la faccia perché a tutto il resto penserà l’esperto Corcione. L’ex Premium Marco Foroni è diventato da pochi giorni il direttore di Fox Sport. Ha preso il posto di Fabio Guadagnini entrato nella squadra di Roma 2024. A Premium Sandro Sabatini ha preso il posto da conduttore della Champions e di caporedattore centrale che prima appartenevano a Foroni.  Il direttore Alberto Brandi è ben solido e non corre alcun rischio. Non è così per il suo interlocutore di Raisport. Carlo Paris è tenuto sotto osservazione da Carlo Verdelli, il direttore editoriale di Viale Mazzini che preferirebbe Mario Orfeo alla guida della testata sportiva, quest’anno determinante per catturare inserzionisti, visto che sono in programma gli Europei di calcio e le Olimpiadi di Rio. La Maggioni spinge per Marco Franzelli. Finora la stagione di Paris non è stata positiva. Solo Novantesimo minuto sta tenendo fede alle attese, mentre la Domenica sportiva, nonostante le ottime performance di Antinelli ha risultati altalenanti. E poi c’è il Processo del Lunedì che non decolla, anche perché avrebbe bisogno di una mezz’ora in più di spazio.

AFFARITALIANI.IT – Palazzi & potere, la nuova sezione di Affaritaliani.it, dedicata ai restroscena è online con un nuovo responsabile. Si tratta di Marco Antonellis che diventa così il fiore all’occhiello della squadra diretta da Angelo Perrino.

LE LACRIME DI VESPA – Appello ai telespettatori di Raiuno. Doniamo un nipotino a Bruno Vespa. Ormai l’anchorman più famoso della Rai si commuove quando sente le storie raccontate dai ragazzi. I lacrimoni sono venuti giù durante lo spazio di Porta a Porta che ha ospitato Francesca Barra e il 14enne egiziano cristiano Remon che da solo ha lasciato l’Egitto, per raggiungere su un peschereccio semidistrutto l’Italia, una terra sconosciuta, di cui non parlava la lingua. Un viaggio diventato ora un libro, Il mare nasconde le stelle (Garzanti) in cui la Barra, giornalista e scrittrice, ha raccolto la sua voce. E alla fine è riuscita pure a commuovere Vespa. Della serie anche un cronista è un uomo.