Ora per i talk c’è il Salvinishare

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

di Marco Castoro

La crisi di ascolti dei talk politici in prima serata ha trovato il mago Zurlì. Colui che riesce a fare la magia. A tirare fuori dal cilindro magico una polverina di share che viene sniffata dai conduttori come fosse elisir divino. Anche il nuovo benefattore si chiama Matteo. Ma non è Renzi, bensì Salvini. Le sue battaglie politiche sono diventate il vangelo del secondo Matteo. Ormai si è scatenata la corsa all’invito in tv. Lui va ovunque. E ovunque va gli ascolti s’impennano. Del resto anche i sondaggi vedono la Lega in forte crescita. Le periferie, i nomadi, i clandestini, gli studi di settori dei commercianti, viva Putin abbasso l’Europa: sono i suoi cavalli di battaglia. Li ripete in ogni occasione e riscuote sempre consensi e applausi. Stasera cercherà di resuscitare con la respirazione bocca a bocca anche Massimo Giannini e il suo Ballarò moribondo. Pure la sua domenica è stata bestiale. C’è l’Arena a pranzo e Paragone a cena. Qualcuno si aspettava un suo blitz dalla Annunziata che ospitava il sindaco di Roma Marino. Addirittura ieri sera Salvini non c’era a Quinta Colonna su Retequattro. C’era Alfano. Che però parlava di Salvini. E una gigantografia del leader della Lega campeggiava sul monitor in studio.

IL NUOVO FORMAT
Ma dopo il buon risultato di Giovanni Floris con l’ultima puntata di DiMartedì si è scoperto anche l’antagonista di Salvini. Si tratta di Andrea Scanzi, il duellante perfetto per ribattere colpo su colpo agli affondi di Matteo II. Ora tutti vogliono il giornalista ospite. Ma Scanzi ha già declinato l’invito di Giletti e Paragone. Come dargli torto? Continuando così Scanzi e Salvini potrebbero essere accostati a Zequila e Pappalardo, quindi meglio qualche pausa una tantum. Comunque Salvini-Scanzi è l’ultimo format salva-talk.

MORGAN IL PIRATA
Tutti attendono il grande giorno di Morgan e di X Factor. Le possibilità di non vederlo in trasmissione giovedì prossimo sono poche. Ma gli organizzatori mantengono il massimo riservo, filtrando anche le indiscrezioni. Tuttavia resta difficile pensare che uno come Morgan rinunci a un contratto faraonico di mezzo milione così solo per aver sbagliato le scelte di alcune canzoni. Tra l’altro la penale per chi abbandona è bella pesante. Perché buttare i soldi? Morgan è l’unica vera attrazione della giuria di X Factor. La Cabello non è la Ventura. E neanche Arisa. Fedez è un giovinetto. Mika ormai non sorprende più. Non resta che attaccarsi a Morgan. Quindi il piano B con Mara Maionchi sembra destinato a restare solo una pura formalità.

GNOCCHI ALLA
BURLANDO
Quando parla il governatore della Liguria, Burlando, sembra di ascoltare Gene Gnocchi. Che ci sia un doppiaggio nascosto?

L’ISOLA DI BALDINI
Ed eccolo là! C’è un altro nome da sbandierare tra i papabili naufraghi all’Isola dei Famosi di Canale 5. Si tratta di Marco Baldini che dopo aver lasciato solo Fiorello a Fuoriprogramma di Radio1 è diventato un candidato per l’Honduras. Dovrà scegliere tra squali e creditori. Sempre di pescecani trattasi.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Quell’asse Draghi-Renzi sui Servizi

A volte guarda che strane le coincidenze! Il direttore del Dis (il coordinamento dei Servizi segreti) Gennaro Vecchione informa il Copasir, cioè il Parlamento, che lo 007 Marco Mancini ha incontrato Matteo Renzi nell’autogrill di Fiano Romano senza informare i superiori, e 48 ore dopo

Continua »
TV E MEDIA