Orrore a Bologna. Uccide la madre con dieci coltellate. Poi si consegna alla polizia

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Una decina di coltellate. Così un uomo, 36 anni, ha ucciso la madre nell’appartamento della periferia di Bologna che condivideva con lei, prima di chiamare la Polizia per consegnarsi.

È successo ieri sera. Maurizio Di Martino, 36 anni a quanto pare con problemi di droga, è ora in carcere con l’accusa di omicidio. La donna, Patrizia Gallo, 52, è stata trovata dai primi agenti intervenuti nella sala da pranzo di una casa Acer in via Caduti e dispersi in guerra, zona Savena, colpita più volte con un coltello da cucina. La chiamata alla Polizia del figlio è delle 21.30.

Ciò che intimorisce soprattutto gli abitanti del quartiere è il degrado della zona. “Qui abbiamo un serio problema di droga, si spaccia in strada e anche in casa. È quasi ovvio che prima o poi succedono disgrazie del genere”, ha detto non a caso un vicino al Resto del Carlino, che ha dato notizia dell’omicidio.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Quell’asse Draghi-Renzi sui Servizi

A volte guarda che strane le coincidenze! Il direttore del Dis (il coordinamento dei Servizi segreti) Gennaro Vecchione informa il Copasir, cioè il Parlamento, che lo 007 Marco Mancini ha incontrato Matteo Renzi nell’autogrill di Fiano Romano senza informare i superiori, e 48 ore dopo

Continua »
TV E MEDIA