Padre Pio paralizza Roma. Misure eccezionali, pari a quelle per la visita di un capo di Stato, per l’arrivo delle reliquie del santo di Pietrelcina

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Misure eccezionali come se arrivasse un capo di Stato, quando invece si tratta dell’arrivo nella Capitale delle spoglie di Padre Pio di Pietrelcina. No fly zone su San Giovanni Rotondo e su Foggia. Circa cinquecento i chilometri da percorrere per arrivare a Roma: il trasporto delle reliquie sarà scortato da tantissimi uomini delle forze dell’ordine. Partenza, dunque, da San Giovanni Rotondo per Roma, rientro il 14 febbraio dopo una sosta di tre giorni – a partire dall’11- a Pietrelcina (Benevento), paese natale del santo.

Quello di oggi viene segnalato come uno degli eventi clou del Giubileo della Misericordia voluto da Papa Francesco. Le spoglie del santo Padre Pio, arriveranno nel primo pomeriggio nella basilica di San Lorenzo al Verano. Qui saranno portate, da Padova. anche le reliquie di san Leopoldo Mandic. Fino al giorno successivo saranno possibili atti di venerazione nella basilica al Verano. Spoglie che, dopo un breve passaggio nella parrocchia di San Salvatore in Lauro nel centro di Roma, verranno trasferite a San Pietro nel pomeriggio del 5 febbraio.