Pedofilia seriale su Facebook. In 10 anni ha adescato centinaia di adolescenti: arrestato un 40enne

dalla Redazione
Cronaca

Centinaia di abusi su adolescenti grazie all’adescamento su Facebook. Con questa accusa è stato arrestato un 40enne di origini sudamericane: i Carabinieri del Nucleo Investigativo di Reggio Emilia hanno acquisito tutto il materiale necessario a incastrare l’uomo, completando oggi l’operazione. Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, infatti, le violenze sessuali sono iniziate addirittura dieci anni fa.

L’uomo avrebbe anche postato sul web alcuni video dei rapporti sessuali: i giovani venivano filmati a loro insaputa. L’inchiesta, coordinata dalla procura di Bologna, è stata ribattezzata “Lost Innocence” (innocenza perduta). La tecnica era ormai collaudata: il 40enne si presentava, sui social, con il profilo di una ragazza molto disinibita e pronta a tutto. Così, dopo aver avviato il contatto, fissava l’appuntamento per compiere l’abuso sessuale sui minorenni. In altri casi ha attuato una strategia ancora più spregiudicata: dalla finestra della propria casa lanciava banconote ai ragazzi in uscita da scuole, per convincerli a entrare nell’abitazione e consumare quindi un rapporto sessuale con una procace donna, finanche disposta a pagare per farlo. E invece la storia finiva con uno stupro.