Pensioni, maxi assegno a luglio: cosa comprenderà?

Pensioni
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Pensioni, maxi assegno a luglio: il Governo Draghi sta pensando a tutto e a tutti. Nel nuovo Decreto Aiuti ecco che in estate anche i pensionati beneficeranno di un bonus.

Pensioni, maxi assegno a luglio

Novità importanti per i pensionai: per il mesi di luglio è previsto un maxi assegno. Quello che si potrebbe tranquillamente definire l’ennesimo bonus è previsto sempre dal Decreto Aiuti.

Si tratta di un bonus una tantum che andrà ad aggiungersi anche alla cosiddetta 14esima, anch’essa in pagamento in estate (in particolare durante la seconda parte di luglio) con lo stesso cedolino, di cui a oggi beneficiano i pensionati con un reddito personale annuo inferiore ai 13.659,88 euro.

Cosa comprenderà?

Il maxi assegno dovrebbe avere una forbice tra i 437 e 655 euro per i pensionati con un minimo di 64 anni e un reddito inferiore a 1,5 volte il valore della pensione minima (525,38 euro), che su base annua vale 10.244,91 euro lordi. Per i pensionati sempre sopra la soglia anagrafica dei 64 anni e con un reddito individuale compreso tra una volta e mezzo e due volte il trattamento minimo (quindi sotto i 13.659,88 euro lordi l’anno), il “valore” della 14esima oscilla, anche in rapporto agli anni di versamenti contributivi, tra i 336 e i 504 euro.

Va considerato sempre  il tetto di reddito annuale di 35 mila euro. Vengono esclusi poi alcune voci dal calcolo come  casa di abitazione, ma anche dai trattamenti di fine rapporto e dall’assegno unico. Non vengono considerati nemmeno gli assegni familiari, gli assegni di guerra, gli indennizzi ai soggetti danneggiati da vaccinazioni obbligatorie e le indennità di accompagnamento.