Piroso fugge dall’Isola di Canale 5. Il conduttore non farà il naufrago e neanche l’inviato. Tra i concorrenti Siffredi, Baldini e il marito di Belen

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Maurizio Costanzo è stato l’inventore del talk in tv. Il suo show ai Parioli resta uno dei programmi cult di Canale 5 e dell’intero piccolo schermo. Oggi sono in tanti a esibirsi nel ruolo di conduttore dei programmi di intrattenimento, politici e non. Tutti però devono confrontarsi con la colonnina degli ascolti, che quest’anno non porta più rispetto neanche per veterani come Santoro e Floris. All’appello ne manca uno. Conduceva Omnibus, Niente di personale, Ma anche no, Ahi Piroso. Era considerato l’erede di Costanzo, proprio per la sua duttilità ad affrontare ogni genere di argomento: dalla politica alla cronaca, dallo sport allo spettacolo. Inoltre le sue interviste erano sempre ricche di spunti interessanti. Oggi però Antonello Piroso sta lontano dalle telecamere da oltre due anni. Seppure sia un istrione che ami calcare il palcoscenico teatrale – ed esibirsi con dei monologhi di successo (Tortora, Tobagi, Ambrosoli) – decide di eclissarsi. E come tutti gli eclissati riceve una chiamata al telefonino: Pronto Piroso, vuole partecipare all’Isola dei Famosi? La risposta ce la immaginiamo così: Non ci penso affatto, il concorrente-naufrago proprio no: mica sono ridotto così male! Ma gli autori non mollano e ci riprovano: E come inviato sull’Isola? No grazie. Non è un lavoro che ho nelle mie corde, gli avrà risposto Piroso. Morale della favola: niente Isola.
Il neo 54enne, dunque se ne resta lontano dai riflettori e dai piranha del Mare dei Caraibi e dei reality. L’unico rammarico è che non potrà dialogare con la conduttrice Alessia Marcuzzi.

I NAUFRAGHI
Intanto continuano le trattative per assicurare alla platea televisiva 12 concorrenti, tutti rigorosamente vip, che salperanno il prossimo 26 gennaio per Cayos Cochinos in Honduras, la location scelta per i naufraghi della prima edizione targata Canale 5. Rocco Siffredi è il nome più gettonato per il casting. C’è mezza famiglia di Belen Rodriguez, il marito Stefano De Martino e la sorella Cecilia. Anche se la show-girl ora fa la gelosa perché il maritino potrebbe essere tentato da altri perizoma. Un altro vip dato per sicuro partecipante è Marco Baldini. Poi ci sono gli evergreen, i cui nomi tengono banco da mesi, a cominciare da Alberto Tomba. Tra i papabili ci sono il cantante Gianluca Grignani, Cristina Chiabotto, Claudio Cecchetto, Costanza Caracciolo, Tina Cipollari (la star di Uomini e donne). Non ci saranno di sicuro né Francesco Schettino né Irene Pivetti, anche se per l’ex presidente della Camera gli organizzatori sono disposti a fare follie.

SPARITA LA SAGOMA DI RENZI

A Mediaset è caccia alla sagoma di Matteo Renzi, costruita dalla redazione di Mattino 5, il contenitore condotto da Federica Panicucci e Federico Novella in omaggio alla non presenza del premier, che è andato dappertutto meno che nella trasmissione del mattino tanto cara al Biscione. Ebbene la sagoma è sparita dal punto dove era stata collocata. Dopo giorni di ricerca è stata ritrovata. Dove? Nel camerino di Barbara d’Urso.  Ora resta da scoprire chi ce l’abbia messa per fare un dispetto alle due conduttrici, che è risaputo, non si amano?

IL CLASSICO NON TIRA
Le fiction, soprattutto quelle trasmesse da Raiuno, vanno che è una bellezza. Invece non hanno fatto il pieno di ascolti le serie in costume. Dall’Ulisse della rete ammiraglia di Viale Mazzini a Romeo e Giulietta del Biscione ci si aspettava di più. Evidentemente ai telespettatori piacciono le storie contemporanee, quelle con cui si confrontano ogni giorno.

SCALA IN SALITA
Su Rai5 la diretta dalla Scala di Milano del Fidelio, opera di Beethoven diretta da Daniel Barenboim, è stata vista solo da 314.000 spettatori (share dell’1,54%).