“Più stupido che nero”. A Brescia Forza Nuova contro Balotelli “paladino dei migranti”

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

“Balotelli sei più stupido che nero”. È la frase, tradotta dal dialetto bresciano, apparsa in uno striscione esposto a Brescia dalla sezione locale di Forza Nuova. La formazione di estrema destra accusa il centravanti della Nazionale di voler diventare “testimonial per il ‘Festival dell’orgoglio migrante e antirazzista’ tra vaneggi ed esultanze pro meticciato”.

A suscitare la dura reazione di Forza Nuova, infatti, sono state le  dichiarazioni rilasciate da Balotelli sul tema immigrazione. “E’ ora che l’Italia sia più aperta come tanti Paesi e cominci a integrare le persone che vengono da fuori”, aveva detto Balotelli in conferenza  stampa alla vigilia dell’amichevole dell’Italia con l’Olanda. “Fare il capitano della Nazionale – aveva aggiunto – potrebbe essere un bel segnale, soprattutto per gli immigrati africani che vivono in Italia”.

Parole finite subito nel mirino di Forza Nuova. “Dopo aver ostentato per anni, e da bravo spaccone, la propria esuberanza e ricchezza –  scrivono gli esponenti dell’associazione neofascista su Facebook – oggi si sforza malamente di rivalutare la sua immagine cavalcando il personaggio ‘paladino dei migranti’ inserendosi così nel più tanto classico quasi tragicomico filone del politically correct”.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Adesso basta errori sul virus

Cantano vittoria come se avessero ottenuto chissà cosa, ma l’Italia che comincia a riaprire dal 26 aprile non è un successo delle destre. Con le solite balle a uso elettorale, Salvini & company da ieri stanno ingolfando i social per intestarsi il ritorno alla normalità

Continua »
TV E MEDIA