Premium, il Biscione prende quota. L’esclusiva Champions vale 112mila abbonati in più. Ma il titolo Mediaset perde colpi a Piazza Affari

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Sono 112 mila i nuovi abbonati di Mediaset Premium a tre mesi dalla nuova era della pay tv del Biscione, quella della Champions League. I nuovi arrivati fanno salire il totale a 1 milione e 815 mila. Finora – gongolano a Cologno – gli obiettivi sono stati centrati (le previsioni auspicavano 200 mila abbonamenti in più nel semestre giugno-dicembre). Ma la Borsa non ha risposto nel migliore dei modi a questa notizia. Il titolo – che si trova prossimo ai massimi degli ultimi cinque anni – è scivolato a Piazza Affari. Il Biscione ha chiuso in calo del 4,1% a 4,49 euro.

BUFERA AUDITEL
In ballo ci sono cifre milionarie, quelle degli investimenti pubblicitari – 2,2 miliardi da gennaio ad agosto 2015 – basati proprio su quei dati. Per questo l’incidente di qualche giorno fa – l’errore nell’invio di una e-mail a più famiglie del campione contemporaneamente – si è trasformato nel giorno forse più nero nella storia dell’Auditel. Ora i campioni non sono più segreti. Il mondo della tv è in subbuglio: Sky ha chiesto chiarimenti urgenti sul perché gli ascolti siano stati ancora diffusi normalmente, la Rai affronterà il caso il 14 («Siamo in fase di raccolta informazioni», spiega il dg Antonio Campo Dall’Orto). L’Agcom potrebbe accendere un faro sulla vicenda.

EFFETTO MARINO
Per una volta i talk hanno usufruito dell’evento. Il sindaco Marino si è dimesso poche ore prima delle trasmissioni di Lilli Gruber, di Paolo Del Debbio, di Nicola Porro e Corrado Formigli. Gli ascolti ne hanno beneficiato. Nulla di scoppiettante ma un leggero balzo in avanti c’è stato. Otto e mezzo meglio di tutti: 1.611.000 spettatori (5,99%). Su Rete4 Dalla Vostra Parte è stato visto da 1.456.000 individui (5,43%), mentre a seguire di Quinta Colonna Speciale – dalle 21:29 alle 22:04 – è stato seguito da 1.491.000 spettatori con il 5,38%. Su La7 PiazzaPulita ha intrattenuto 951.000 spettatori (4,43%) e Virus su Raidue 977.000 spettatori con uno share del 4,21%.

ANZALDI FA BENE AL TG3
Gli attacchi di Anzaldi portano bene al Tg3 di Bianca Berlinguer. All’indomani delle critiche del deputato Dem e segretario della commissione di Vigilanza Rai, con annunciato licenziamento sia della direttrice del Tg che del direttore della terza rete Rai Andrea Vianello, l’edizione di punta delle ore 19 ha preso quasi un punto sull’anno precedente, con uno share pari al 10% per un totale di 1.700.000 spettatori, vale a dire 100.000 in più rispetto al 2014, trend confermato ad ottobre dove gli ascolti rasentano l’11% in questi primi giorni del mese.

IL CHIARIMENTO
Dopo lo scontro in diretta a In Onda nel luglio scorso, proseguito poi sulle colonne del Giornale, Vittorio Feltri e Francesca Barra hanno fatto la pace e si sono chiariti a La Gabbia mercoledì scorso. A scattare la foto della riconciliazione è stato Mario Adinolfi, un altro degli ospiti del talk di Gianluigi Paragone.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Adesso basta errori sul virus

Cantano vittoria come se avessero ottenuto chissà cosa, ma l’Italia che comincia a riaprire dal 26 aprile non è un successo delle destre. Con le solite balle a uso elettorale, Salvini & company da ieri stanno ingolfando i social per intestarsi il ritorno alla normalità

Continua »
TV E MEDIA