A Mediaset Premium tutti furibondi perché la Champions si vede sul satellite (anche su Tivùsat). Che gaffe l’inviato di calciomercato. X Factor e Italia’s Got Talent su Sky fino al 2018

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

L’emittente tedesca Zdf sta mandando su tutte le furie i responsabili di Mediaset Premium che si vedono mettere a repentaglio l’esclusiva delle gare di Champions League. Il canale tedesco – visibile sul satellite, sia nella piattaforma Sky sia in quella Tivùsat – ha trasmesso in chiaro la gara tra il Bayer Leverkusen e la Lazio. E non è da escludere che faccia altrettanto per la partite della stessa squadra contro la Roma. Ma poco male, visto che le gare dei giallorossi dovrebbero andare in chiaro su Canale5, essendo la Juve – almeno fino a dicembre – sempre in pay.

Tuttavia, anche nel girone della Juve c’è una squadra tedesca, il Borussia Moenchengladbach, quindi si rischia di nuovo che la gara contro i bianconeri sia visibile sul satellite. Al danno si aggiunge la beffa, visto che Zdf viene vista anche dagli abbonati (gratis) di Tivùsat, la piattaforma satellitare dove si trovano i canali della galassia Rai e Mediaset. A Cologno hanno chiesto l’intervento dell’Uefa per criptare Zdf dal satellite. Vedremo cosa accadrà.

Comunque anche la gara di andata tra Lazio e Bayer, giocata all’Olimpico, è stata trasmessa da Zdf. Però Mediaset non se n’è preoccupata, visto che ha mandato in onda il match sui canali in chiaro. Al ritorno che invece era pay sono arrivati i nodi al pettine. Perché non si è pensato a intervenire negli otto giorni tra una partita e l’altra? Inoltre va detto che il sorteggio di ieri non è stato affatto vantaggioso per la Juve. Le avversarie sono molto forti (Manchester City e Siviglia oltre al Borussia M.) Pertanto la Juve potrebbe perfino rischiare l’eliminazione. Se arriva terza va in Europa League e passa sui canali Sky che hanno l’esclusiva della competizione. Una doppia beffa che si aggiunge a quella dell’eliminazione già avvenuta della Lazio.

LA GAFFE
Bastava guardare la faccia di un giornalista e conduttore navigato come Sandro Sabatini per capire quanto l’inviato del calciomercato di Mediaset Premium l’avesse fatta grossa. Una gaffe colossale. Urlando, in eccitazione da scoop, ha interrotto il dibattito in studio, condotto da Sabatini con ospiti tutti super competenti, come il direttore del Corriere dello Sport Alessandro Vocalelli, gli ex calciatori Tacchinardi e Incocciati, nonché il redivivo Bruno Longhi, sempre acuto nelle sue osservazioni, seppure sia sia presentato in trasmissione con i mocassini senza calzini, con caviglie e stinchi nudi che disgustavano il telespettatore a ogni inquadratura.  Ma torniamo allo scoop di Daniele Miceli. “E’ arrivato Mexes. Quella è la sua auto. Di sicuro. Sta andando a firmare un contratto. Con la Fiorentina? Possibile”. Sabatini gli ha dato grande spazio, nell’enfasi totale, per poi mandarlo giustamente sulle piste di Mexes. Solo dopo un po’ , quando il calciatore è uscito dall’albergo piantonato da Miceli, l’amara verità: non era Mexes ma Maxi Lopez. Che figura! E l’auto? Se fosse stata veramente quella di Mexes, il francese dovrebbe fare la denuncia per furto.

 

 

X FACTOR COME SANREMO
Intanto la concorrente Sky ha prolungato l’accordo fino al 2018 con le trasmissioni X Factor e Italia’s Got Talent, due dei talent più seguiti dal pubblico. Quindi X Factor diventa una specie di Festival di Sanremo per Sky. Un brand lungo 8 anni.