Presidente dell’Ucraina, chi è Volodymyr Zelensky? Da comico a nemico di Putin: moglie, famiglia e partito

Presidente dell’Ucraina, chi è Volodymyr Zelensky
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Presidente dell’Ucraina, chi è Volodymyr Zelensky: è diventato uno dei protagonisti dopo l’invasione della Russia. Con un passato da ‘comico’ si è ritrovato in guerra con uno dei personaggi politici più temuti come Putin.

Presidente dell’Ucraina, chi è Volodymyr Zelensky

Volodymyr Oleksandrovyč Zelensky è nato il 25 gennaio del 1978 a Kryvyi Rih, città nella Regione di Dnipropetrovsk. La sua famiglia è di origini ebraiche e la sua gioventù non è stata certamente vissuta in politica. Inoltre, per molti anni è stato in Mongolia, dove lavorava il padre. Si è laureato nel 2000 in Giurisprudenza presso il dipartimento della Università Economica Nazionale ma non ha mai esercitato alcuna professione come avvocato o altri simili profili.

Zelensky è stato un attore, sceneggiatore, comico ucraino. Oggi si ricorda principalmente, il suo ruolo in un serie tv dal titolo Servitore del popolo, nei panni di un  professore di liceo, insegnante di storia, che per caso diventava presidente.

Presidente dell’Ucraina, moglie e famiglia

Nel settembre del 2003 si è sposato con Olena Kyjačko, di professione architetto, conosciuta al liceo e autrice dei suoi sketch. Insieme hanno due figli: una femmina, Oleksandra nata nel 2004, e un maschio Kirilo nato nel 2013. Con lo scoppio della guerra nel febbraio del 2022, insieme alla sua famiglia Zelensky ha deciso di rimanere e non abbandonare l’Ucraina. 

Infatti, si mostra in un video per rispondere a chi sosteneva che fosse in fuga e chi sa dove: “Non credete alla fake news, sono ancora qui”.

Presidente dell’Ucraina, partito politico

Dal 2019 è Presidente dell’Ucraina. Il suo ruolo da presidente nella serie tv è stato di ispirazione, infatti poi si è lanciato in politica vincendo le elezione con quasi il 73% dei voti contro il 25% dell’avversario. Le sue idee sono dichiaratamente filo-europeiste.

Quando è sceso in politica, era conosciuto soprattutto come attore comico. L’esperienza nella serie tv ha ispirato parte della sua campagna ed ascesa politica: “Servitore del popolo”(titolo della serie tv) è anche il nome del suo partito, ed è entrato per la prima volta in Parlamento a luglio 2019.

All’inizio è stato sia etichettato come populista per via delle sue idee sia come filorusso per le sue origini, infatti la sua prima lingua è proprio il russo. In realtà, l’obiettivo sin dall’inizio della sua carriera da presidente Zalensky è sempre stato un percorso di progressivo avvicinamento dell’Ucraina all’Occidente. Inoltre, ha incentrato alcune sue battaglie politiche sulla lotta alla corruzione e al potere detenuto dagli oligarchi. Si è mostrato favorevole alla distribuzione gratuita di cannabis medica, l’aborto gratuito in Ucraina e la legalizzazione della prostituzione e del gioco d’azzardo.

Durante la sua campagna presidenziale, Zelenskyy ha puntato molto sull‘adesione dell’Ucraina all’Unione europea e alla NATO, ma era anche dell’idea che ciò sarebbe dovuto avvenire facendo decidere i cittadini ucraini con due referendum.

Il Presidente dell’Ucraina è un dichiarato nemico di Vladimir Putin avendolo definito in passato “come un nemico”. Nel 2019 Zelenskyy ha scritto su Facebook che “il confine è l’unica cosa che Russia e Ucraina hanno in comune”. Nel febbraio del 2022, la Russia invade l’Ucraina.