Quando c’era Lui. Su Google gaffe di Renzi: l’annuncio per le primarie sembra da nostalgico del Duce

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

In tempi di campagna elettorale, lo scivolone è dietro l’angolo. Specie sul web. Così, i sostenitori di Matteo Renzi, hanno scelto un testo discutibile per una campagna a pagamento. La Notizia ha scoperto che digitanto “primarie Pd” su Google,  tra gli annunci sponsorizzati esce: il “Partito è Ancora con Lui” con la descrizione del fatto che Renzi ha stravinto la prima parte del congresso e con un link che rimanda al sito di Italia in cammino (l’immagine che mostra l’esito della ricerca è in fondo all’articolo). Il primo pensiero, per chi mastica un po’ di storia politica, vola al nostalgico “quando c’era Lui…”, rivolto a Benito Mussolini da chi rimpiange il Ventennio. Chi non ricorda la celebra frase: “Quando c’era Lui i treni passavano in orario”?

Il risultato della ricerca non esce a tutti gli utenti di Google, perché le campagne sono tarate su precisi target. Ma più di qualche persona ha sicuramente letto il “Partito Ancora con Lui”. Sia chiaro: non c’è un parallelo tra Renzi e il Duce. In questo caso è solo una scelta errata. Un fatto un po’ strano per un leader noto per essere un buon comunicatore come il Rottamatore. E che soprattutto aveva chiesto un cambio di passo nella comunicazione su Internet. A suo giudizio vero punto debole del Pd. O forse è davvero tutto voluto, così qualche renziano potrà dire: “Quando c’era Lui il Pd prendeva il 40%”.

Primarie Pd gaffe Renzi

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Le nomine per tutte le stagioni

Evitando le buche più dure – vedi le parole gravissime del sottosegretario Durigon – Draghi si tiene buono il Parlamento fotocopiando senza il fuoco di sbarramento visto con Conte la stessa prudenza sulla pandemia del suo predecessore. Merito di una situazione sanitaria che migliora, ma

Continua »
TV E MEDIA